Febbre: quali termometri scegliere per misurarla?

ADV

termometri per misurare la febbre

Come fa una mamma a capire se il proprio bimbo ha la febbre o no? Dopo aver saggiato la temperatura della fronte con la mano, si affida ai termometri. Quali sono però i termometri più adatti a misurare la febbre ai bambini? Se fino a qualche anno i più utilizzati erano i termometri a mercurio  perchè affidabili come misurazione, dal 2009 l’Unione Europea li ha messi al bando per tossicità e le mamme hanno dovuto ripiegare su altre alternative. Vediamo cosa offre il mercato e come orientarci.

Termometri digitali o elettonici

Sono caratterizzati da una sonda che misura la temperatura, un display sulla quale leggere i gradi e un segnale sonoro che indica quando il termometro ha terminato la misurazione. Possono avere la punta flessibile per permettere una misurazione rettale nei neonati. Esistono anche in versione ciucciotto: se il vostro bimbo riesce a tenere un bocca un ciuccio per qualche minuto, questa potrebbe essere una soluzione poco invasiva per misurare la febbre.

Dato il costo non particolarmente alto e la sufficiente precisione nel misurare la temperatura, questi termometri sono i più utilizzati dalle mamme.

Termometri wireless

Nella famiglia dei termometri digitali c’è anche questo nuovo strumento che è il termometro wireless, costituito da una sonda sistemata su di un braccialetto che si infila nel braccio del bambino fino all’ascella. La sonda trasmette wireless i dati sulla temperatura ad una piccola centralina che si può posizionare sul comodino vicino al letto. Non c’è bisogno di svegliare il bambino per misurare la febbre, quindi, ma basterà controllare i valori registrati sulla centralina. Unico svantaggio è che il braccialetto non è adatto a bimbi troppo piccoli o dal braccio troppo esile.

Qui troverete un video che vi spiega bene il funzionamento di questi termometri.

Termometri a infrarossi

Misurano la temperatura attraverso gli infrarossi. I più diffusi sono quello auricolare e quello frontale. Hanno il grande vantaggio che, essendo meno invasivi, danno meno fastidio al piccolo e possono essere utilizzati anche quando dorme. Il loro difetto, oltre al costo più alto, è la minore precisione nella misurazione. Se non utilizzati in maniera corretta (questo è un problema riscontrato principalmente per i termometri auricolari), la temperatura può variare anche di qualche grado…

Termometri a cristalli liquidi

Sono le strisce da appoggiare alla fronte che anche le nostre mamme utilizzavano quando noi eravamo piccole. . Si appoggiano alla fronte e al variare della temperatura si colorano diversamente. Non sono precise e nemmeno affidabili.

Voi mamme cosa preferite? Quale termometro risponde meglio alle vostre esigenze? Raccontateci le vostre esperienze!

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento