Fertilità: informazione e cattive abitudini

ADV

Circa l’80 percento degli italiani, non è consapevole delle possibili conseguenze che alcune cattive abitudini possono avere sui livelli di fertilità. I dati relativi all’informazione degli italiani per quanto concerne il legame fra sterilità e “cattive abitudini” emergono da una ricerca commissionata dall’Osservatorio sociale sull’infertilità (Osi) e condotta dal LaRiCA (Laboratorio di ricerca sulla comunicazione avanzata) della facoltà di Sociologia dell’università Carlo Bo di Urbino.

I ricercatori hanno condotto lo studio su un campione di 1.000 persone con un’età compresa fra i 31 e 60 anni residenti in 15 città italiani, troppi italiani non hanno un’informazione adeguata sulle cattive abitudini e situazioni  a rischio che potrebbero  pregiudicare la fertilità.

Quasi una donna su tre pensa che l’uso di metodi anticoncezionali come la pillola possano creare problemi di sterilità, sottovalutando invece i possibili rischi legati all’uso della spirale. Anche dal punto di vista della prevenzione i dati non sono incoraggianti, solo il 51,3 percento ha dichiarato di sottoporsi regolarmente a visite specialistiche dell’apparato riproduttivo mentre il 48,7 percento non effettua una seria profilassi. In questo caso sono i maschi quelli meno attenti, il 36,8 percento contro l’8,1 percento delle donne, non si sono mai sottoposti a una visita specialistica dai dati emerge che una coppia su cinque in Italia soffre di infertilità.

Fertilità maschile, la qualità peggiora con l’età.
Il problema fino ad oggi era soprattutto rivolto alle donne, ma quando si va avanti con gli anni il problema non è solo femminile ma anche maschile, la possibilità di avere figli diminuisce notevolmente. Sull’ultimo numero della rivista scientifica Human Reproduction, sono stati pubblicati i risultati di uno studio condotto dall’epidemiologo Jorn Olsen dell’Università della California su un campione di 70 mila coppie della Danimarca .

Ecco alcune delle cattive abitudini che possono mettere a rischio la fertilità:

Fumare riduce la fertilità
Chi fuma mette in serio pericolo anche la propria fertilità riducendola addirittura fino al 75%.
Cellulare in tasca
Sembra probabile che questa abitudine possa ridurre del 15% il numero degli spermatozoi attivi con una conseguente diminuzione della capacità riproduttiva maschile.
Troppa auto fa male all’uomo
Autisti, tassisti, camionisti e tutti quegli uomini che per passano molte ore al volante sono a rischio di infertilità. E’ quanto emerge da una ricerca condotta presso un istituto scientifico di Tolosa, i cui risultati sono pubblicati sull’ultimo numero della rivista britannica “Human Reproduction”.

Scrivi un commento