Fertilità maschile: più spermatozoi, con pesce e noci!

ADV

La fertilità va tutelata! Anche gli uomini devono avere le dovute accortezze per mantenerla al meglio ed in buona salute; attenzione a cattive abitudini e ad un alimentazione inadeguata e poco bilanciata. Quindi per mantenere inalterata la potenza riproduttiva direttamente proporzionale con la quantità di spermatozoi , particolare attenzione va rivolta al regime alimentare.Secondo Jill Attaman, ricercatrice dell’Harvard Medical School, una dieta sbilanciata che predilige cibi ricci di grassi saturi, animali e vegetali, abbassa notevolmente il numero di spermatozoi a discapito della fertilità .

La dottoressa Attaman ribadisce che un alimentazione ricca di grassi come salumi, burro, latte non scremato e perfino l’olio d’oliva, se consumati in abbondanza, possono diminuire la quantità di cellule riproduttive negli uomini fino al 41%.

Questi dati  sono emersi da un studio reso noto durante il congresso della Società americana di Medicina della riproduzione ponendo l’accento su i grassi buoni: gli acidi grassi omega 3 e omega 6 che non dovrebbero mancare mai nella dieta di tutti  perché tra l’altro ottimi antiossidanti perciò validi alleati contro l’invecchiamento cellulare, gli alimenti ricchi di questi preziosi grassi sono appunto il  pesce e le noci.

Quindi via libera a gustosi menù ricchi di pesce e noci!

Scrivi un commento