Da 16 marzo 2009 0 commenti Leggi tutto →

Festa del papà: Menù con sorpresa

ADV

Ecco la festa del papà si avvicina! Il 19 marzo cade di giovedì giornata speciale per tutti papà del mondo! Ed allora io con il mio bambino abbiamo pensato di fare una bella sorpresa al babbo! Gli organizziamo una bella cenetta. Il papà è una persona speciale è colui che ci guida e ci aiuta nei momenti di difficoltà ed è necessario farlo sentire importante sempre!Cominceremo con un irresistibile antipasto di tradizione bolognese gli stecchi fritti alla petroniana, accompagnato da un calice di prosecco veneto per mamma e papà e un calice della bevanda preferita del piccolo marmocchietto:

Essendo una cena salteremo il primo, per non appesantirci troppo! Dunque passeremo ad un sontuoso arrosto ripieno al prosciutto.

Per contorno patate novelle in crosta di sale per far felice l’ometto di casa.

Il tutto accompagnato con un bel vino rosso e corposo.

Per concludere in bellezza una mousse di pere alla cannella per addolcire anche il più burbero dei papà.

E naturalmente non mancheranno sulla tavola anche i dolci che per eccellenza caratterizzano questa festa. Le zeppole!

Ecco questa sarà la nostra sorpresa per il babbo accompagnata per finire da un diploma per il papà migliore del mondo!

Che ne dite resterà sorpreso?

Ecco le ricette:

Per gli Stecchi fritti:

Ingredienti:
300 g di noce di vitello, 170 g di burro , 250 g di prosciutto crudo dolce in 1 sola fetta, 1,5 litri di latte, 250 g di mortadella in 1 sola fetta, 250 g di emmentaler o gruyere, 100 g di parmigiano reggiano grattugiato, pangrattato, farina, noce moscata q.b., 4 tuorli, 5 uova, olio per friggere, sale e pepe

Esecuzione:
Fai la salsa Mornay: Sciogli 150 g di burro in una casseruola. Unisci 150 g di farina, e prosegui la cottura, mescolando, finchè il composto sarà imbiondito. Versa il late freddo, tutto in una volta, mescolando con la frusta. Prosegui la cottura per 10 minuti, mescolando in continuazione. Regola di sale e pepe e aromatizza con una grattugiata di noce moscata e 70 g di parmigiano reggiano grattugiato. Lascia intiepidire la besciamella, incorpora i tuorli, 1 alla volta, e mescola bene per amalgamare.
Prepara gli spiedini. Riduci prosciutto crudo, mortadella, formaggio e noce di vitello a cubetti di circa 1,5 cm di lato. Sciogli il burro rimasto nella padella, rosola i cubetti di vitello per 1 minuto, salali e sgocciolali. Infilza 1 cubetto di carne su ciascuno stecchino o spiedino, prosegui con la mortadella, poi con formaggio e crudo. Termina con un altro dadino di vitello. Posiziona i cubetti in prossimità della punta degli stecchini. Sbatti le uova in una ciotola con il parmigiano reggiano rimasto e sale.
Friggi e servi. Immergi gli spiedini, uno a uno, nella Mornay tiepida, tenendoli per il “manico” e ruotandoli, in modo da rivestire i cubetti con uno strato di salsa. Posizionali, man mano, su un vassoio foderato con carta da forno e disponibili in freezer per 30 minuti. Passali prima nella farina, poi nelle uova sbattute e quindi nel pangrattato. Friggi gli stecchi, pochi per volta, in abbondante olio ben caldo per 2-3 minuti, in modo che risultino ben dorati e croccanti e servili.

Per l’arrosto:


Ingredienti:
800 g di filetto di manzo in un solo pezzo, 100 g di parmigiano reggiano, 100 g di prosciutto crudo dolce di Parma a fette, 1 cucchiaio di crema di tartufo (facoltativa), 1 bicchiere di marsala, 1 bicchiere di lambrusco, 1 rametto di rosmarino, 2 spicchi d’aglio, 1 dl di panna fresca, 25 g di burro
olio extravergine d’oliva,sale e pepe.

Esecuzione:
Farcisci il filetto. Elimina l’eventuale grasso esterno del filetto. Incidi la carne, nel senso della lunghezza, con un coltello e pratica un taglio profondo a spirale, in modo da aprirla a libro e ottenere un’unica grande fetta. Disponi la carne fra 2 fogli di carta da forno e premi con le mani. Elimina il foglio superiore e spalma sul filetto la crema al tartufo, se la usi. Coprila con il prosciutto crudo e quindi con il parmigiano reggiano a scaglie. Arrotola il filetto, aiutandoti con la carta da forno sottostante, e legalo con più giri di spago da cucina.
Cuoci la carne. Scalda nella casseruola o nella padella il burro con 3-4 cucchiai di olio extravergine, gli spicchi d’aglio schiacciati e spellati e il rametto di rosmarino. Rosola il filetto a fuoco medio-alto su tutti i lati, girandolo. Irrora con il marsala e fiammeggialo e con il lambrusco, lascialo quasi completamente evaporare, abbassa la fiamma, regola di sale e pepe e prosegui la cottura per 20-25 minuti (dipende se piace più o meno al sangue).
Completa e servi. Avvolgi l’arrosto in un foglio di alluminio, in modo che si ridistribuiscono i succhi. Unici la panna al fondo di cottura e lascia restringere a fuoco basso per 2-3 minuti. Elimina lo spago, taglia il filetto a fette di circa 1 cm di spessore e servi con la salsina alla panna preparata e le patate novelle.

Per le patate:


Ingredienti:
1 kg di patate novelle non troppo grandi, 2 kg di sale grosso, 1 limone, 3 rametti di rosmarino, 2 rametti di timo, 2 albumi, 1/2 cucchiaino di semi di finocchio (facoltativi),pepe.

Esecuzione:
Prepara gli ingredienti: Sbuccia le patate e disponile, in una ciotola di acqua fredda. Lava il limone e ricavane la scorza. Lava i rametti di timo e di rosmarino e trita le foglioline con la scorza di limone. Aromatizza il sale. Versa il sale grosso in una grande ciotola e mescolalo con il trito ottenuto, una generosa manciata di pepe e i semi di finocchio sbriciolati. Unisci 2 albumi e amalgama bene il tutto.
Inforna e servi. Disponi 1/3 del composto di sale nella pirofila. Aggiungi le patate novelle e coprite completamente con il sale grosso rimasto. Compatta bene con le mani e disponi la pirofila in forno già caldo a 200°C per 40-45 minuti. Estrai la pirofila dal forno, lascia leggermente intiepidire e rompi la crosta di sale e servi le patate.

Ed infine per la mousse:


Ingredienti:
4 pere da cuocere, 400 g di polpa di pere già sbucciate, 2 uova, 2 limoni, 4 g di gelatina in fogli, 300 g di zucchero, 100 g di mascarpone, 1 dl di vino bianco, 1 stecca di cannella in polvere, sale.

Esecuzione:
Prepara le pere: Metti in una casseruola 200 g di zucchero, aggiungi 1 dl di acqua e 1 dl di vino bianco, il succo di 1 limone e al stecca di cannella. Porta a ebollizione a fuoco dolce, unisci 4 pere sbucciate e tagliate a spicchi, copri con il coperchio e cuoci a fuoco dolce per circa 10 minuti.
Fai il composto. Frulla al mixer la polpa di pere cruda con il succo di ½ limone e 50 g di zucchero. Fai ammorbidire i fogli di gelatina in una ciotola con acqua fredda, strizzali e scioglili in un pentolino a fuoco dolce con 3-4 cucchiai di polpa di pere frullata. Quando i fogli di gelatina saranno perfettamente sciolti, uniscili alla polpa di pere frullata e mescola ben. Separa gli albumi dai tuorli. Monda i tuorli in una ciotola con lo zucchero rimasto, fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Unisci la polpa di pere frullata, 1 pizzico di cannella in polvere e il mascarpone e monta ancora.
Completa e servi. Monta gli albumi a neve con un pizzico di sale e uniscili l composto, incorporandoli con movimenti delicati dal basso verso l’alto. Disponi in una grande coppa o in coppette individuali le pere cotte a spicchi sgocciolate, coprile con la mousse preparata e lascia riposare in frigorifero per almeno 4 ore. Decora, a piacere, con pezzetti di pera, di caramello o di croccante, oppure con scagliette di cioccolato fondente o spolverizza con cacao amaro in polvere e servi. Per un tocco in più puoi servire il dolce con cioccolato fuso.

Scrivi un commento