Da 13 marzo 2011 0 commenti Leggi tutto →

Filastrocche per la Festa del Papà

ADV

Ad ogni papà che si rispetta, in occasione della sua festa, è bello e simpatico fargli trovare un biglietto di auguri, magari realizzato con le proprie manine, o semplicemente un disegno colorato dai bimbi. Ma altrettanto bello è potergli dedicare una simpatica filastrocca che il vostro bambino potrà recitare a memoria o leggerla se è in grado di farlo.

Vi abbiamo già parlato dello Speciale di filastrocche.it tutto dedicato alla Festa del Papà dove potrete trovare tante idee da realizzare con i vostri bambini e da cui ho estrapolato qualche filastrocca eccole qua…

Il mio papà

Lo conoscete il mio papà?
Ve lo presento: eccolo qua!
Ma non è vero che è un tesoro?
Un paparino tutto d’oro.
Se fa il severo, quando s’arrabbia,
mi dice: “A letto!”.
Io lo abbraccio, gli do un bacetto.
A questo punto subito molla,
diventa dolce, di pastafrolla.

Al mio papà

Papà devo dirti una cosa importante,
non ridere sai, è interessante!
E’ stata proprio brava la mia mamma
a darmi un papà come te,
sei il più simpatico che ci sia,
sei proprio il papà che ci voleva per me.
Per la tua festa : un dono, un fiore,
ma non sono io il regalo migliore?
E se qualche volta ti prende la malinconia,
pensa a me e ti ritornerà l’allegria.

Filastrocca per la Festa del Papà

Sogno un principe
e vorrei averlo;
sogno un principe
e non so di averlo.
Ma apro gli occhi
e guardo davanti a me:
è il mio babbo
il principe più bello che c’è!

Mentre le filastrocche che seguono sono state prese dal sito fantasiaweb.it dove ne troverete tante altre. Queste sono quelle che a me sono piaciute di più…

Oh, papà!

Oh, papà, su dammi la mano,
grande e forte mi sento con te!
Tu mi guardi e mi dici piano:
son felice se tu sei con me!
Se mi porti sulle tue spalle
io mi sento un capo tribù…
se mi tieni stretto al tuo cuore,
il mio amico più caro sei tu!
Oh, papà! Per strada la gente
ci sorride e ci guarda, perché,
pensa che tu sei il mio gigante,
ma io sono il tuo piccolo re.

La filastrocca che segue la trovo molto simpatica ed è da dedicare a tutti quei papà che presi da molte altre cose ogni tanto “si dimenticano” dei propri piccoli … per fortuna non ce ne sono molti in giro 😉

Il babbo

Chi lo vuole un babbo pelato
che quando torna è sempre arrabbiato
che non mi manda fuori a giocare
quando in casa non so cosa fare,
che alla sera va al caffè
e non resta a giocare con me?
Che quando è preoccupato
non vuole essere disturbato?
Se lo scambi con il mio
ti regalo anche mio zio:
ci ho ripensato: “Non lo vendo,
per questa volta me lo tengo”.

Immagini:
thehouseofblog.com

Scrivi un commento