Da 15 giugno 2017 Articolo con sponsor 0 commenti Leggi tutto →

E quando finisce la scuola? Attività per i bambini e consigli per le mamme

poesie e filastrocche fine anno scolastico

I bambini aspettano con trepidazione il giorno a partire dal quale: basta compiti, levatacce, ritmi frenetici, lunghe ore chiusi in un’aula… e noi? Se quell’ultima campanella segnasse anche l’inizio delle nostre vacanze, sarebbe tutto più semplice… e invece…

Quando i nonni non vivono in città o non sono disponibili a prendersi cura dei nostri figli, ecco che si apre una voragine: quel “tempo di mezzo” che in qualche modo dovrà pur passare tra la fine della scuola e l’inizio delle ferie dei genitori, diventa un buco nero da cui tirarsi fuori sembra impossibile!

Se la “soluzione nonni” è poco praticabile, restano alternative ben più dispendiose e impegnative: è vero che in città sono tante, ma i costi a volte sono anche proibitivi…  e comunque, bisogna selezionarle, vagliarle, valutarle e poi, augurarsi che ci sia la disponibilità… insomma, un vero e proprio lavoro!

Ciò detto, keep calm e proviamo a trovare delle soluzioni per sopravvivere:

Attività per i bambini

CAMPUS ESTIVI

i bambini vengono suddivisi in classi che uniscono momenti di gioco a momenti di studio. I campi studio più popolari sono quelli che prevedono l’insegnamento della lingua inglese, ma sono altrettanto diffusi quelli che si focalizzano su uno sport (o un’attività manuale).

ORATORI

Anche se legati a una parrocchia, durante l’estate, gli oratori accolgono bambini religiosi e laici, organizzando giornate di intrattenimento e di gioco ma anche gite fuori città.

BABY SITTER CONDIVISE

Sta prendendo piede la tendenza ad affidare alla cura di una baby sitter un piccolo gruppo di bambini. Per esempio, bambini di una stessa classe o di uno stesso condominio, che quindi si conoscono già tra loro.

VACANZE SEPARATE

Prima di diventare mamma, mi colpì molto la soluzione adottata da una coppia di genitori: da anni, ormai, facevano vacanze separate. Ovvero, a turni: prima, mamma + bimba, poi papà + bimba. All’epoca mi sembrò davvero strano, ma si sa che sei non sei mamma… non puoi proprio capire 😉 Comunque, se ci pensate, anche questo tipo di soluzione ha i suoi risvolti positivi: le vacanze tutti insieme sono ovviamente più divertenti, ma è anche vero che, a volte, staccare dalla routine di coppia, può fare bene J

NONNI

Anche se può sembrare la soluzione perfetta anche questa ha un risvolto “negativo”: spesso, i nonni sono più “permissivi” dei genitori, per cui, a fine vacanza, potrebbe rendersi necessaria una fase di “riassestamento”. E’anche vero che stare vicino a persone che nutrono per lui un amore smisurato e hanno tantissimo da insegnargli ha per un bambino un valore inestimabile.

Consigli per le mamme

SUPERA I SENSI DI COLPA

Trovata la soluzione, resta ancora uno scoglio da superare. Trattasi dei sensi di colpa. Nel trovare sempre un motivo per sentirci in colpa, noi mamme siamo proprio imbattibili, non trovate? E’ vero che sarebbe più semplice se potessimo trascorrere insieme questo periodo di transizione, ma proviamo a cambiare prospettiva, vediamolo come la possibilità di offrire ai bambini esperienze interessanti e stimolanti!

ARIA DI VACANZA ANCHE IN CITTA’

Le giornate più lunghe, i parchi aperti fino a tardi: dopo il lavoro, approfittiamone per portarli a fare un giro in bici, andare a prendere un gelato. E approfittiamo del weekend per una gita fuori porta o semplicemente per un pic nic in campagna. Tutte opportunità che l’estate, anche in città, ci regala e che è bello cogliere J

RENDI MAGICO IL MOMENTO DELL’ATTESA

Cominciate ad immaginare le vacanze che presto farete tutti insieme. Ai bambini piace molto sentire il racconto di ciò che accadrà, riuscire a “sognarlo” a occhi aperti. Coinvolgerli nella scelta di piccoli dettagli come la scelta dell’abbigliamento o dei giochi che vorranno portare in vacanza, le attività che vorranno svolgere, renderà più intenso e magica l’attesa.

CERCA IL CONFRONTO CON ALTRE DONNE

Non vi è mai capitato di sentirvi subito meglio, dopo aver parlato con un’amica? Scommetto di sì, a me capita continuamente! Il valore “terapeutico” di una sana chiacchierata tra mamme non va mai sottovalutato! Confrontarsi – anche online – con donne che, magari, con una piccola dritta, possono aiutarci a vedere “il lato positivo” spesso può essere d’aiuto 😉

A questo proposito vi segnalo la pagina Facebook Acutil Donna Life, dove trovare consigli di donne che si mettono sempre in gioco, come noi 😉

 

Post in collaborazione con Acutil Donna Life

Scrivi un commento