Ginnastica che fa bene all’amore: pelvic gym

ADV

Arriva anche in Italia il trainer dei muscoli del sesso: la ginnastica pelvica, già utilizzata dalle  donne, fondamentale anche per lui. Come tutti i muscoli del corpo, anche quelli del pavimento pelvico necessitano di allenamento per mantenere tonicità e forza. 

Già noti, soprattutto alle donne, gli esercizi di Kegel, contrazioni volontarie dei muscoli perineali, secondo specifici schemi e sequenze. Un semplice esercizio di allenamento, per esempio, utile da eseguire più volte al giorno è quello di contrarre i muscoli del perineo come per bloccare il bisogno urinario.

Questi esercizi, così come altre forme di riabilitazione perineale, sono spesso utilizzati dopo un parto per irrobustire e rafforzare il pavimento pelvico, prevenendo il rischio di incontinenza urinaria o, quando già in atto un problema di incontinenza, per risolvere i casi meno seri.

La pratica della ginnastica pelvica,oltre ai benefici di pertinenza strettamente fisica da notevole giovamento anche nella sfera sessuale: allenando i muscoli dell’amore aiuta molte donne a risolvere problemi di vaginismo, dispareunia, dolore e ipotonia dei muscoli della vagina. Problemi che spesso minano la serenità e la stabilità di coppia, disfunzioni che se risolti permettono alla donna di vivere il desiderio e la sessualità in totale armonia.

Molti i vantaggi anche per l’uomo. La riabilitazione pelvica, oltre a aiutare a contrastare la disfunzione erettile : «Migliora la sensibilità, la coordinazione e la durata di sostegno dei muscoli perineali e aiuta a superare i problemi legati ad una eiaculazione precoce» spiegano Laura Peticca e Maria Barletta, laureate in scienze infermieristiche che, dopo aver appreso la ginnastica pelvica nella loro attività di ricerca all’ospedale Cantonal di Ginevra e alla Cleveland Clinic in Florida, hanno fondato, a Roma, il primo centro dove si pratica la pelvic gym, con tecniche che combinano esercizi di Kegel, nome del creatore della riabilitazione perineale, chinesiterapia, biofeedback e terapie manuali.

 Questi esercizi aiutano a superare anche ansia e depressione condizionate dalla presenza di disturbi che molte donne rifiutano o nascondono.

Immagini:donna.libero.it

Scrivi un commento