Giochi fai da te: il cestino dei tesori

ADV

Cesta -dei tesori

Oggi vi presentiamo un classico tra i giochi fai da te: Il cestino dei tesori. Una proposta di gioco facilissima da realizzare adatta ai bambini dai sei ai 12 mesi. Per intenderci, i piccoli che ancora non camminano ma che iniziano ad esplorare il mondo con curiosità e fantasia.

Il gioco è la dimensione attraverso cui il bambino impara a conoscere se stesso e il mondo. Si impara facendo.

Come si realizza?

Una cesta

Non importano le dimensioni del cestino, l’importante è che sia senza manici e non sia alto più di 12 centimetri, in questo modo potrete collocarlo accanto al bambino seduto e lui potrà esplorarla in modo autonomo, senza doversi sporgere troppo.

Poi occorre riempire la cesta con ogni tipo di materiale o oggetto selezionando quelli che il bambino può mettersi tranquillamente in bocca. Potete lavarli e disinfettarli accuratamente e metterli poi a disposizione del bambino. Il bambino dovrà infatti manipolare ed esplorare con tutti i suoi sensi in maniera autonoma ed indipendente. Scegliete oggetti comuni  di dimensioni diverse. Cose che avete in casa e che già attirano il vostro bambino.

Nella scelta di un oggetto lasciatevi guidare da sicurezza, esplorabilità e varietà.

  1. OGGETTI CHE SI TROVANO IN NATURA: pigne, sassi rotondi e piatti, ma anche frutta e verdura.
  2. OGGETTI DI MATERIALI NATURALI: gomitoli di lana, centrini di cotone, spazzole per capelli.
  3. OGGETTI DI LEGNO: cucchiai da cucina, palline, anelli portatovaglioli, anelli per tende, ciotoline, porta uova, grosse “perle” colorate infilate in una corda.
  4. OGGETTI METALLICI: campanelli, coperchi di pentole, barattolini chiusi contenenti riso e fagioli secchi, cucchiai di varie misure, ma anche vecchi mazzi di chiavi.
  5. OGGETTI IN PELLE O STOFFA: borsellino in pelle, palle di stoffa colorate, orsacchiotti, bambole di pezza, astucci in pelle per occhiali, nastri colorati, pezze di tessuto.
  6. OGGETTI IN CARTA E CARTONE: scatoline di cartone, cartoline, sagome ritagliate.
  7. OGGETTI IN PLASTICA: fate attenzione alla qualità della plastica scegliendo solo prodotti atossici. Vanno bene oggetti come i bicchieri o le posate in plastica dura, piattini, ciotoline e vasetti.

La presenza degli adulti

Giochi fai da teIl cestino dei tesori è un gioco che stimola il bambino. E’ importante che gli adulti scelgano accuratamente gli oggetti da collocarvi ma poi devono lasciare il piccolo libero di esplorare, toccare, mordere, annusare, lanciare ecc…autonomamente.

Mamma e papà possono guardare ma non devono proporre nè tantomeno scegliere per il bambino proponendo un oggetto piuttosto che un altro. In questo modo il coinvolgimento del bambino sarà totalizzante. Una vera esperienza performante, indipendente e formativa.

 

Il gioco euristico

Il cestino dei tesori fa parte dei giochi che  Elinor Goldschmied (educatrice e pedagogista) ha “inventato” a partire dagli anni Quaranta. La sua è stata una proposta di educazione pedagogica basata sull’osservazione, senza forzature e prescrizioni, tesa all’alleanza tra bambino ed adulti.

Guardate il videoI don’t need toys” girato dalla Goldschmied nel 1954 per osservare ed elaborare le sue teorie pedagogiche.

Elinor Goldchmied è sempre stata convinta che ogni bambino sia una “persona competente” sin dalla nascita. Che abbia bisogno di vivere in relazione con chi si occupa di lui e che gli adulti si debbano allenare a riconoscere le capacità creative dei piccoli, stimolandole senza un intervento diretto.

I bebè raggiungono la capacità di spostarsi autonomamente nello spazio in tempi molto diversi l’uno dall’altro: alcuni fanno i primi tentativi di andare carponi e di strisciare da soli a otto o nove mesi, mentre altri a quell’età stanno ancora imparando a rotolare su se stessi e a girarsi di lato. La mobilità apre la strada a molti tipi di esplorazione ed è in questa fase che mettere e togliere gli oggetti dentro e fuori da un contenitore diventa una delle attività che li occupa di più. Questo interesse appare presto in alcuni bebè, e un barattolo di medie dimensioni, posato accanto ad una bambina seduta vicino al Cestino dei Tesori, offrirà l’opportunità di iniziare questo tipo di gioco, spostando gli oggetti dal Cestino al barattolo e vuotandoli di nuovo.

Cit. Persone da zero a tre anni, Elinor Goldschmied & Sonia Jackson – Edizioni Junior (1996)

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento