Da 11 giugno 2009 0 commenti Leggi tutto →

Gravidanza: a cosa serve e cos’è l’ecografia morfologica

ADV

foto da Diagnosi Perinatale

L’ecografia morfologica è uno dei momenti più importanti nei nove mesi dell’attesa. Si fa tra la 19ma e la 23ma settimana di gestazione per valutare l’anatomia ed il corretto accrescimento fetale, il punto di impianto della placenta e la quantità di liquido amniotico presente ed alcuni altri parametri. L’ecografia di routine è quella di primo livello, seguita da quella di secondo livello in caso di precise indicazioni.

L’ecografia morfologica di primo livello (EO 1°) è diventata di routine e dovrebbe identificare le anomalie fetali (che colpiscono, i media, 1 neonato ogni 40) come anomalie cardiache, che sono le più frequenti, dell’apparato urinario, dell’apparato muscolo-scheletrico o del sistema nervoso.

Anche se è diventata di routine pare che i risultati ottenuti da questo tipo di indagine non siano quelli sperati, alcuni studi hanno evidenziato che solo nel 20-40% dei casi riescono a “vedere” le eventuali anomalie, le malformazioni meno riconosciute sono proprio quelle più frequenti, cioè quelle cardiache, insieme a quelle del sistema nervoso.

L’ecografia morfologica di secondo livello è, invece, eseguita solo da personale molto specializzato e con strumenti tecnologicamente avanzati, però la capacità di previsione cambia decisamente, si riescono a riconoscere, in media, il 90% delle malformazioni più importanti, mentre restano ancora problematiche le malformazioni di piccolissime dimensioni (come quelle dei setti interventricolari o interatriali del cuore).

In alcuni casi, alla morfologica, può essere abbinato un esame che si chiama “Velocimetria Doppler delle arterie uterine” che valuta la funzionalità della circolazione uterina e serve per identificare la possibilità di incorrere in un ritardo della crescita del feto e di una pre-eclampsia della mamma.

Anche se non possiamo ancora prevedere il 100% dei possibili problemi in gravidanza, questi esami sofisticati (ma disponibili a tutta la popolazione) ci permettono di avere pochissimi casi non diagnosticati precocemente, sono molto importanti ma è indispensabile utilizzarli , senza abusarne.

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento