Gravidanza: donne incinte un po’ distratte, ma più intelligenti!

ADV

Durante i primi tre mesi di gestazione è noto che le future mamme tendano ad essere un po’ distratte e a dimenticare un po’ di cose . Tuttavia sembra che il fenomeno sia solo passeggero e sia dovuto probabilmente soprattutto alla mancanza di sonno. Inoltre, secondo degli scienziati americani, alla lunga la memoria delle donne incinte subirebbe dei miglioramenti e le renderebbe più capaci di fronteggiare i diversi impegni e proteggere il piccolo.

“La memoria femminile non si riduce in gravidanza – sostiene Allen Snyder, neuroscienzato australiano, commentando sul ‘Daily Mail’ lo studio Usa – piuttosto la loro attenzione si concentra sulle cose davvero importanti“. Lo studio americano sostiene che la gravidanza renda le donne più intelligenti, infatti l’ippocampo, l’area del cervello legata a memoria e apprendimento, sarebbe in grado di effettuare nuove connessioni neuronali durante la gravidanza.

Non solo, sembra che l’essere incinte garantisca alle donne una maggiore acutezza visiva, utilissima per percepire eventuali pericoli per il bambino, e l’arrivo del primo figlio doni loro un maggiore controllo dello stress. Questo grazie all’ormone ossitocina che viene prodotto per stimolare il parto e la produzione di latte e che funziona anche da antidepressivo.

Per finire “avere un figlio influisce sul rischio di tumore, per lo più in modo positivo”, spiega Lucy Boyd, epidemiologa britannica di Cancer Research. Il lato negativo della gravidanza tuttavia è che molte donne non riescono a smaltire i chili presi, anche se durante l’allattamento vengono bruciate3 fino a 500 calorie in più ogni giorno.

Fonte:italiasalute.it

Immagini:
bestgraph.com
donna.tiscali.it

Scrivi un commento