Gravidanza: il bambino sarà sano?

ADV

 

La preoccupazione di molte future mamme è quella legata alla salute del bambino. Sarà sano? E’ la domanda che più ci angoscia. Purtroppo in alcuni casi anomalie cromosomiche possono a volte compromettere la salute del piccolo, tuttavia si può ” lavorare” prima per garantire il benessere del nascituro.

Per questo è importante, ancor prima di mettere in cantiere un figlio, cercare di mantenere un peso nella norma, seguendo una dieta equilibrata e senza eccessi, e svolgendo un’adeguata attività fisica.

Attenzione alle malattie infettive a trasmissione sessuale. Effettuate regolarmente visite ginecologiche ed esami di screening oncologico. Tutte “accortezze”  necessarie che una donna in età fertile che pensa di avere un figlio dovrebbe avere.

Può essere utile programmare un consueling pre-natale (che andrebbe fatto prima del concepimento), . In questa occasione vengono valutate le condizioni generali (e locali degli organi genitali, la presenza di eventuali malformazioni congenite o patologie acquisite) ma viene fatta anche una analisi generica di eventuali rischi cromosomici o genici legati a fattori familiari o all’età; e se c’è necessità lo specialista consiglierà un ulteriore valutazione presso un centro specializzato in diagnostica e medicina prenatale.

Il vostro ginecologo vi darà utili informazioni dietetiche ed igieniche, consigli sull’attività fisica e sessuale. Se vi sono abitudini pericolose per la salute del bambino vi consiglierà come corregerli (come ad es. per il tabagismo, l’eventuale consumo di droghe e/o di alcol). Valuterà la sospensione o la modifica di alcuni trattamenti farmacologici in corso.

A proposito di alimentazione un piccola integrazione  di acido folico (4 mg al dì) nel periodo antecedente e durante le prime settimane di gestazione è in grado di ridurre notevolmente i difetti del tubo neurale ( spina bifida). Quindi  se pensate di “programmare” un concepimento potete  iniziare ad assumere con la dieta o con un integratore nutrizionale una adeguata quantità di acido folico.

Immagini:
irissalute.it
newsfood.com

Scrivi un commento