Da 1 ottobre 2009 2 Commenti Leggi tutto →

Gravidanza: la piaghetta crea problemi all’attesa?

ADV

Il nome con cui viene comunemente chiamata non deve allarmare, la “piaghetta”, infatti, non è una ferita. In termini medici, si chiama ectropion, ed è un’alterazione della portio, cioè della parte bassa del collo dell’utero che, normalmente, è rivestita di un tessuto piuttosto consistente di colore rosa chiaro chiamato epitelio, che è più resistente rispetto a quello rosso vivo, che tappezza la parte restante del canale cervicale.

Si parla di piaghetta quando l’epitelio fuoriesce dal canale cervicale (collo dell’utero), rovesciandosi in fuori verso la vagina. Questa fuoriuscita può avere dimensioni variabili, da pochi millimetri fino a due centimetri di diametro. E’ un disturbo ginecologico molto diffuso, soprattutto tra le donne giovani.

Le cause all’origine della piaghetta non sono ancora note. Secondo alcuni studi, la comparsa di questo problema potrebbe risalire:
– ai cambiamenti della pubertà. In questo periodo, l’azione degli ormoni durante lo sviluppo dell’utero potrebbe incidere sulla fuoriuscita.
traumi, come il parto naturale in quanto nel suo passaggio attraverso il canale cervicale, il feto potrebbe portare con sé all’esterno parte del tessuto di rivestimento, provocandone il rovesciamento all’infuori;
– stesso effetto potrebbe essere collegato al raschiamento, operazione chirurgica che si esegue all’interno della cavità uterina per ripulirla in seguito a un aborto.

Il primo passo per individuare la piaghetta è la visita ginecologica. Il ginecologo è, infatti, in grado di sospettarne l’esistenza attraverso la palpazione o a occhio nudo, servendosi dello speculum (lo strumento che favorisce l’ispezione della cavità vaginale). Ma per confermare l’esistenza della piaghetta occorre effettuare una colposcopia. E se questo accertamento dà esito positivo, è bene controllare la situazione attraverso visite periodiche dal ginecologo ed eseguendo il pap-test, che permette di analizzare al microscopio le cellule prelevate dal collo dell’utero ed evidenziare subito eventuali anomalie.

Generalmente non si accompagna a disturbi specifici ma qualche volta la piaghetta può provocare:
– un aumento delle secrezioni vaginali. Le perdite di colore bianco-lattiginose possono essere di entità variabile, hanno una consistenza piuttosto densa e sono inodori;
piccole perdite di sangue, durante il periodo premestruale, soprattutto dopo un rapporto sessuale;
arrossamenti e bruciori;
dolori durante i rapporti intimi, specialmente se si è in presenza di un’infiammazione;
aumenta il rischio di contrarre infezioni come il Papilloma virus o la Clamidia.

L’unica cura in grado di risolvere in maniera definitiva il problema è la dia termocoagulazione (più nota come “bruciatura”). In passato, questo metodo veniva utilizzato di frequente, mentre oggi si cerca di limitarlo ai casi in cui è veramente necessario. Per esempio, quando la piaghetta provoca sanguinamenti abbondanti che non si riescono ad arginare con i farmaci.

Dopo tutto questo è comunque necessario sapere che:
i disturbi più fastidiosi che può provocare sono legati a infiammazioni e all’aumento del rischio di contrarre infezioni;
non ostacola in alcun modo il concepimento. Gli unici fastidi sono rappresentati da possibili dolori o perdite di sangue durante il rapporto sessuale;
non interferisce con la salute del feto, che è chiuso e ben protetto nel sacco amniotico;
non si riscontrano problemi durante il parto per via vaginale.

Immagine:
images.com

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

2 Comments on "Gravidanza: la piaghetta crea problemi all’attesa?"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. tani scrive:

    Salve tre giorni fa sono andata a farmi una visita dal ginecologo durante la quale mi sono fatta un paptest e il dottore mi ha visto una piaghetta che mi ha detto può essere bruciata. adesso mi ha prescritto degli ovuli per la cura ma quello che vorrei sapere è se posso rimanere incinta o può crearmi qualche problema

  2. sabrina scrive:

    io volevo sapere se con la pieghetta si può rimanere incinta…

Scrivi un commento