Da 19 giugno 2009 0 commenti Leggi tutto →

Gravidanza: l’ottavo mese

ADV

Siamo all’ottavo mese e pian pianetto ci si avvicina alla fatidica data in cui la futura mamma potrà vedere il viso del piccolo esserino che ha portato in grembo e che ha tanto sognato e immaginato. E’ il periodo in cui la mamma è di solito molto occupata a preparare tutto l’occorrente per il nascituro, ma deve anche ricordarsi di conservare un po’ di tempo per il riposo.

Questo vale soprattutto per le donne che lavorano e che da poco hanno iniziato il periodo di aspettativa per maternità dal lavoro che non hanno avuto tempo, in precedenza, per preparare la camera destinata al piccolo e acquistare tutte le altre cose di cui avrà bisogno. E’ anche il momento di preparare la valigia per il parto e di tenerla sempre pronta lì vicino alla porta in caso di emergenza!

Orami all’ottavo mese la gravidanza è ben evidente e la futura mamma, osservando il proprio ventre nudo, riesce a vedere i movimenti del piccolo. L’utero raggiunge il suo punto più alto. Diventa più difficoltoso sia mangiare che respirare a causa della pressione esercitata su stomaco e diaframma. Sulle gambe ci sono vene varicose, il loro aspetto potrebbe risultare più evidente ma in genere scompaiono dopo il parto. L’ombelico inizia a perdere la sua caratteristica rientranza, fino a diventare piatto, a causa della pressione esercitata dall’utero. Possono aumentare le secrezioni vaginali, ma si tratta di un fenomeno del tutto normale.

In questo periodo la testa e il corpo del feto raggiungono dimensioni identiche a quelle di un neonato. Il tessuto adiposo si è sviluppato enormemente. I reni sono completamente maturi. Nei maschi i testicoli sono già calati nello scroto. Le ossa della testa sono ancora molto morbide e pieghevoli perché altrimenti il bambino avrebbe difficoltà a passare attraverso il canale vaginale. Il feto occupa ora tutto lo spazio dell’utero e non nuota più liberamente nel liquido amniotico. Assume la sua posizione definitiva, normalmente a testa in giù.

Immagine:
acf-fr.org

Scrivi un commento