Gravidanza: smettere di fumare! No, mia figlia nasce più forte!

ADV

Infatti non ha smesso, non è mai stata convinta che fumare durante la gravidanza poteva far male alla bambina che portava in grembo. Questa è l’incredibile storia raccontata dal Sun: Charlie Wilcox, una ragazza britannica di venti anni ha continuato a fumare circa 3.500 sigarette durante tutta la gravidanza fino a quando è nata sua figlia Lilly.

Nessun pentimento anzi addirittura convinta di avere un merito: aver fatto nascere sua figlia più forte e più sana . Una teoria del tutto personale che l’incauta o meglio incosciente futura mamma, non si sa da chi abbia appreso, ha difeso a spada tratta.

Secondo Charlie la riduzione dell’ossigeno, necessaria al bambino, a causa del fumo spingerebbe il cuore a lavorare di più diventando così più forte. La donna intervistata ha aggiunto:“E’ stato un mio diritto e non credo che a Lilly facesse male. Dov’è la prova che fa male? Penso che se avessi rinunciato subito lo stress sarebbe stato ancora più dannoso per il bambino”.

Nonostante i medici durante la gestazione avessero rilevato livelli di monossido di carbonio sei volte superiori al livello di sicurezza Charlie non ha mai smesso, nemmeno per un attimo ha avuto ripensamenti nonostante il rischio di un parto prematuro, di infezioni respiratorie ed di una riduzione del peso alla nascita, infatti la piccola Lily pesava 2,8 Kg,  500gr sotto la media del Regno Unito.

Come commentare? Questa volta il buon senso è andato in fumo!!!

Scrivi un commento