Gravidanza: un miracolo, operata al cuore, nella pancia della mamma!

ADV

Una bambina così piccola ma già tenace, operata nella pancia della mamma, alla 20/a settimana di gestazione, il suo cure di un centimetro con un ventricolo chiuso  non funziona e così un ago microscopico entra per ‘aprirlo’.E’ la storia Giulia nata mercoledì scorso nell’ospedale Regina Margherita di Torino, ora sta bene e tornerà a casa, con mamma e papà.

Il suo intervento di alta chirurgia per la prima volta è stato eseguito con successo in Italia, finora era possibile solo a Boston, negli Stati Uniti, o a Vienna, in Europa. La mamma di Giulia alla 20/a settimana di gravidanza scopre che la piccola in grembo ha un problema. Il ventricolo destro non cresce e non le darà la possibilità di avere un cuore normale.

Gabriella Agnoletti, responsabile del servizio di Cardiologia dell’ospedale Regina Margherita, che ha eseguito l’intervento con Pietro Gagliotti sotto controllo ecografico ha raccontato: ” Ci siamo voluti bene subito, ci vuole un grande patto fra medico e famiglia in circostanze come questa una grande intesa, una grande fiducia. E ci vuole molta collaborazione e precisione nell’intervento, una grande coordinazione nell’equipe, una grande calma”.

L’intervento, durato circa mezz’ora e ne descrive i passaggi:  “La parte destra del cuore non stava crescendo perchè la valvola polmonare si era chiusa. Con un ago siamo passati attraverso la pancia della mamma fino al torace di Giulia per arrivare poi al suo cuore. Attraverso l’ago abbiamo introdotto un palloncino per perforare e dilatare la valvola“.

Dopo l’intervento, il ventricolo di Giulia ha ricominciato a crescere fino alla nascita. La bambina è nata in anticipo, 20 giorni prima e pesa due chili e 710 grammi, ma recupererà in fretta.

Fonte: rainews24

Scrivi un commento