I 10 libri da regalare a Natale 2015

ADV

Libri-da-regalare-a-Natale

I libri da regalare a Natale sono il dono perfetto.

Un libro è sempre un regalo gradito. Un piccolo mondo che si disvela tra le pagine di chi lo riceve.

Anche quando se ne riceve uno che non si sarebbe mai scelto. Infatti è molto facile riciclarlo.

Il #bookcrossing non vi dice niente?

Basta lasciare il libro in uno spazio pubblico, una libreria, una panchina, un tavolino e regalare a qualcun altro un  momento di evasione.

Ma soprattutto in un momento come quello che stiamo vivendo l’unico strumento di cui dobbiamo circondarci è la cultura.

Non lasciamoci sopraffare dallo sconforto e dall’aridità.

Nutriamo la nostra mente e il nostro cuore di parole e idee.

Di storia e bellezza. Di scienza e filosofia. Di cucina e arte. Di cinema e bricolage.

Quali sono i libri da regalare a Natale?

La scelta non sempre è facile.

Davanti a centinaia di titoli e copertine anche i lettori più esperti hanno momenti di esitazione.

Respirate profondamente e pensate a ciascuna persona a cui volete regalare un libro.

Ciascuno può trovare tra gli scaffali il libro più adatto per la persona a cui lo si vuole donare.

Procedete con calma.

Associate a ciascuna persona una passione e solo a questo punto iniziate la vostra ricerca.

Noi abbiamo fatto così nel redigere questa lista.

Abbiamo pensato a ciascuna di voi. Ai vostri interessi. Alle passioni che ci comunicate.

Buona lettura amiche!

Chirù Chirù, Michela Murgia, Einaudi Quando Eleonora e Chirú s’incontrano, lui ha diciotto anni e lei venti di piú. Le loro vite sembrano non avere niente in comune. Eppure è con naturalezza che lei diventa la sua guida, e ogni esperienza che condividono – dall’arte alla cucina, dai riti affettivi al gusto estetico – li rende piú complici. Negli occhi di Eleonora e Chirú è scritta la distanza fra quello che sentiamo di essere e ciò che pensiamo di dovere al mondo: l’amore è la piú deformante delle energie, può chiederci addirittura di sacrificare noi stessi.
Woody Woody, Federico Baccomo – Alessandro Sanna, Giunti Editore  Il racconto della violenza sulle donne dal punto di vista di Woody, un cane basenji, di quasi tre anni e due occhi curiosi che guardano il mondo con stupore. Una storia in cui, a poco a poco, si affacciano i segni di qualcosa di terribile, un evento drammatico di cui Woody è l’unico testimone.E come tutti noi il piccolo basenji sarà costretto a confrontarsi con domande che pesano sulla sua innocenza. Che cos’è il Bene? Che cos’è il Male? E come ci si può mettere al sicuro, essere felici, in un mondo che finisce per tradire la meraviglia?
Pronto in favola Pronto in favola, Mauro Padula, Pasquale di Bari, Sperling&Kupfer La cucina come non l’ha mai raccontata nessuno. Sette menu a tema, ognuno con sette portate. Ben quarantanove ricette! Ognuna ispirata a un universo fantastico: dalle classiche favole riviste (e un po’ scorrette) ai fenomeni cult, smash e zoom! Ogni tema è completo dalla A di Aperitivo alla Z di Zuppa, per menu ricchi e variati.Questo è il libro che promette di far mangiare ai vostri bambini persino gli odiatissimi spinaci. Come? Cambiandogli aspetto (e anche il nome).  Basta abituarli a sorprendersi. E soprattutto coinvolgerli, divertendosi insieme a loro.
Ventotto domande per affrontare il futuro Ventotto domande per affrontare il futuro, Theodore Zeldin, Sellerio Qual è il meglio che la vita può offrirci nel nostro mondo attuale, così iniquo, violento, inquinato e corrotto? E cosa possiamo fare come individui, coppie, collettività per immaginare una nuova arte del vivere?
Tale ricerca ha a che fare con il piacere, con i piaceri smarriti a causa della vita abitudinaria, della pigrizia intellettuale, della mancanza di desideri. Per riscoprirli Zeldin non possiede una ricetta infallibile, ma propone un metodo, un orientamento, che ha nella curiosità, nella sorpresa, nella capacità di aprirsi al dialogo e alle idee la sua ragion d’essere. Tutta la vita è nelle idee, e l’intelligenza sta nella costante esplorazione dei nostri limiti e delle nostre capacità.
oceano delle meraviglie Oceano delle meraviglie, Johanna Bastford, Mondadori  Un coloring book per scoprire l’affascinante mondo nascosto negli abissi subacquei.Gli elaborati disegni a china da colorare ti faranno incontare fantasiosi pesci esotici, eleganti cavallucci marini, stupende conchiglie e tesori in un’atmosfera magica tra barriere coralline e relitti di navi, pronto a farti sorprendere da inaspettate meraviglie sommerse.
Il nostro riparo Il nostro riparo, Frances Greenslade, Keller editore Per Maggie e Jenny che crescono nella British Columbia dei primi anni Settanta, la vita sembra quasi perfetta. Poi un giorno, poco dopo aver compiuto dieci anni, le sue paure più cupe si trasformano in realtà: il padre muore in un incidente sul lavoro nei boschi e qualche mese dopo la madre lascia lei e sua sorella a casa di conoscenti promettendo loro che tornerà.  Una magistrale ode alle sorelle, alle madri, alle figlie, e alla responsabilità di una donna verso se stessa e le persone che ama.
A. ERNAUX, Gli anni, L'Orma Gli anni Annie Enaux, L’Orma Editore Come accade che il tempo che abbiamo vissuto diviene la nostra vita? Romanzo autobiografico e al contempo cronaca collettiva del nostro mondo dal dopoguerra a oggi, nodo sciolto in un canto indissolubile attraverso la magistrale fusione della voce individuale con il coro della Storia. Annie Ernaux convoca la Liberazione, l’Algeria, la maternità, de Gaulle, il ’68, l’emancipazione femminile, Mitterrand; e ancora l’avanzata della merce, le tentazioni del conformismo, l’avvento di internet, l’undici settembre, la riscoperta del desiderio.
La guerra non ha un volto di donna La guerra non ha un volto di donna, Svetlana Aleksievic, Bompiani 22 giugno 1941: l’uragano di ferro e fuoco che Hitler ha scatenato verso Oriente comporta per l’URSS la perdita di milioni di uomini e di vasti territori e il nemico arriva presto alle porte di Mosca. Centinaia di migliaia di donne e ragazze, anche molto giovani, vanno a integrare i vuoti di effettivi e alla fine saranno un milione: infermiere, radiotelegrafiste, cuciniere e lavandaie, ma anche soldati di fanteria, addette alla contraerea e carriste, genieri sminatori, aviatrici, tiratrici scelte.  La guerra “femminile” è nella percezione delle donne anche più carica di sofferenza di quella “maschile”.
Casalinghitudine Casalinghitudine, Clara Sereni, Giunti Editore È il 1987 quando in libreria appare ”Casalinghitudine” e le ricette di cucina entrano a pieno titolo nella nostra letteratura. Un piccolo classico che a distanza di quasi trent’anni dalla sua prima edizione, viene riproposto per la prima volta con una nota dell’autrice che, con affetto e ironia, ne ripercorre le tappe di ideazione e stesura.
”Casalinghitudine” è un ritratto unico e originalissimo del nostro Paese, che Clara Sereni ha potuto tratteggiare raccontando di sé e della sua generazione attraverso il cibo. Una sorta di antiepica collettiva nella quale ogni donna potrà riconoscere un guizzo, un sapore, una memoria della propria vita.
La frontiera La frontiera, Alessandro Leogrande, Feltrinelli C’è una linea immaginaria eppure realissima, una ferita non chiusa, un luogo di tutti e di nessuno di cui ognuno, invisibilmente, è parte: è la frontiera che separa e insieme unisce il Nord del mondo, democratico, liberale e civilizzato, e il Sud, povero, morso dalla guerra, arretrato e antidemocratico. È sul margine di questa frontiera che si gioca il Grande gioco del mondo contemporaneo. Quella parola indica una linea lunga chilometri e spessa anni. Un solco che attraversa la materia e il tempo, le notti e i giorni, le generazioni e le stesse voci che ne parlano, si inseguono, si accavallano, si contraddicono, si comprimono, si dilatano.

Articoli consigliati

Scrivi un commento