Da 21 dicembre 2015 Articolo con sponsor 0 commenti Leggi tutto →

I Barbapapà al passo con le nuove tecnologie

ADV

https://www.youtube.com/c/Appsgo

I Barbapapà sono stati i miei personaggi preferiti. Ero bambina e amavo quella famiglia strana, che abitava in una casa altrettanto originale. Avevo tutti i pupazzi (mio papà per lavoro andava spesso a Parigi e ogni volta tornava con un regalo) e passavo i pomeriggi a giocare insieme a mia sorella. Ricordo ancora adesso quali erano i miei preferiti: primo fra tutti barbabarba, il pittore scompigliato e sempre pieno di macchie di colore.

Mia figlia, ora adolescente, ha passato ore e ore  in compagnia dei Barbapapà. I primi erano in versione originale e io ero ben felice che attraverso un cartone animato lei potesse fare esperienza di lingue straniere. Quando andammo in vacanza in Francia, lei fu felice di scoprire che lo zucchero filato si chiamava come i suoi personaggi preferiti: Barbe-à-papà.

Siamo nel 2015 e i Barbapapà sono ancora molto amati da bimbi e genitori. Non sembrano invecchiare, ma riescono a tenere il passo coi tempi così bene che li possiamo vedere come protagonisti di libri interattivi e nuovissime app dedicate ai bambini.

AppsGo e Barbapapà

AppsGo! le nuove app Barbapapà

Appsgo! è un nuovo editore di libri interattivi per bambini. Tra i suoi fondatori c’è Thomas Taylor, figlio di Annette Tison e Talus Taylor, creatori dei Barbapapà e di Vittorina Confettina, personaggio magari meno conosciuto, ma che piacerà sicuramente anche ai bimbi di oggi.

I fondatori di AppsGo! hanno pensato alle app come mezzo per continuare a proporre le avventure dei personaggi amati da generazioni di bambini da trent’anni a questa parte. Il mezzo ideale per i bimbi di oggi, che permette non solo di leggere e di seguire le avventure della famiglia Barbapapà o di Vittorina Confettina, ma anche di interagire e imparare attraverso giochi e musiche.

Le app rilasciate fino a ora sono una decina. Sono tutte scaricabili da AppStore o Playstore. Alcune sono gratis e potete provarle subito. Tutte queste storie sono pensate perchè i bimbi possano apprendere e nello stesso tempo divertirsi.

AppsGo! Alcune app

Barbapapà e gli strumenti musicali

AppsGo! le nuove app Barbapapà

Protagonista di questo libro interattivo è Barbabravo, lo scienziato della famiglia, che decide di voler imparare a suonare uno strumento. Molti grandi scienziati hanno suonato uno strumento e Barbabravo non vuole essere da meno. Barbalalla lo aiuta a capire quale strumento sia meglio per lui. Oltre alla storia, i bimbi avranno anche a disposizione giochi in cui provare gli strumenti e addirittura far suonare l’intera band Barbapapà. L’app è gratuita e vi invitiamo a scaricarla per cominciare a divertirvi. 

Barbapapà e i numeri

AppsGo! le nuove app Barbapapà

Questo libro è tratto da una storia originale di Talus e Annette  e fa parte della serie “Imparare con i Barbapapa”. I componenti della famiglia imparano a contare fino a dieci e ovviamente si divertono a trasformarsi.

Barbapapà e i colori

AppsGo! le nuove app Barbapapà

Tutta la famiglia Barbapapà deve dipingere il recinto del giardino e decide che è meglio usare la fantasia e utilizzare tanti colori. Ogni componente della famiglia darà il suo contributo e i bimbi potranno, giocando, imparare i nomi dei colori.

Vittorina Confettina

AppsGo! le nuove app Barbapapà

Due codini, un naso importante e un vestito a pois. Questa è Vittorina Confettina, che racconta la propria giornata insieme al suo inseparabile cagnolino Bubilino. Un po’ di pulizia, la colazione insieme, il ballo e il picnic. Queste e molte altre avventure vivranno i due simpatici personaggi di questa storia che per ora è solo al primo capitolo, ma ce ne saranno altri.

AppsGo! Altre informazioni utili

  • le app gratuite sono riconoscibili da un’etichetta e non hanno pubblicità all’interno, potete scaricarle in tutta tranquillità
  • le app sono disponibili sia per dispositivi Android che per iPhone e iPad
  • ci saranno altre uscite e potete tenervi informati attraverso la pagina facebook , twitter e il canale YouTube

Buon divertimento!

 

Scrivi un commento