Ecco cosa può ​accadere​ durante un pomeriggio trascorso a preparare cake pops di biscotti insieme a 2 bambine.
100 menu a misura di bambino dall'antipasto a dolce scritti dalle mamme blogger: scarica l'e-book!

Il bambino si mangia le unghie, che fare?

onicofagia

Il vizio di mangiarsi le unghie, il cui termine scientifico è onicofagia, non è una vera e propria patologia, è piuttosto il sintomo di un problema che può generare ansia o aggressività. Dietro questa piccola mania c’è probabilmente uno stato di tensione e disagio nascosto. Si tratta di un problema piuttosto diffuso: pensate che cinque italiani su 100 hanno questo vizio che hanno probabilmente acquisito da piccoli. Le statistiche parlano di un picco tra i 9 ed i 18 anni. Un adolescente su 10 ha il vizio di mangiarsi le unghie (mio figlio è tra quelli).

Un disturbo che si manifesta soprattutto nei soggetti timidi e che hanno difficoltà ad esternare l’aggressività, trattenendola e sfogandola su se stessi con una forma leggera di autolesionismo.

Per eliminare il problema, bisognerebbe cercare le cause che creano ansia: scoprire le possibili motivazioni del disagio, naturalmente, spetta soprattutto ai genitori. I fattori scatenanti possono essere tanti:  incomprensioni, litigi tra mamma e papà, oppure la nascita di un fratellino o la mancanza di attenzioni da parte dei genitori.

Anche eccessive aspettative da parte della famiglia o della scuola possono suscitare un senso di inadeguatezza nel  bambino, che non riesce a fare quello che ci si aspetta da lui. Nel rapportocon gli adulti il bambino cerca riscontro e conferme e la paura di non riceverne creerebbe appunto questa piccola forma di autolesionismo.

L’onicofagia può causare altri problemi: può veicolare i germi che si trovano sotto la superficie dell’unghia. Inoltre, il vizio di portare spesso le mani alla bocca per mangiarsi le unghie, nei bambini, rallenta anche le attività manuali.

E allora come possiamo aiutarli a togliersi il vizio? Dal punto di visto pratico, possiamo rendere sgradevole il sapore delle unghie con l’uso di prodotti adatti ed intervenire sulla parte rovinata, nel caso il problema coinvolga anche le pellicine, con olio di germe di grano. Nel frattempo, cerchiamo di capire quale può essere la causa scatenante che provoca stress e disagio.

Vi è capitato di dover affrontare questo problema? Siete riuscite a risolverlo?

Scrivi un commento