Il manuale di Nonna Papera festeggia i 40 anni sul web

ADV


Ha già 40 anni la prima edizione di quello che secondo me è il precursore di tutta la fiorente produzione di libri di cucina per i bambini e con i bambini, attività che è molto di moda ultimamente. Chi di voi è tra i 35 e i 40 anni sicuramente ne ha sentito parlare o ne possiede una copia gelosamente custodita nello scaffale della cucina. Anche io, che pure non lo possedevo e che non ho ancora 40 anni, ne ho provato le ricette durante i pomeriggi a casa delle mie amiche. Manuale di Nonna Papera e Dolce Forno, i due oggetti del desiderio per bambine e ragazzine con la voglia di pasticciare in cucina negli anni ’70.

Per festeggiare i 40 anni della prima edizione, una elegante food blogger, Sabrine d’Aubergine, ha pensato bene di indire un contest in cui invitare chiunque a cimentarsi con una ricetta tratta dal Manuale, esclusivamente dalla prima edizione, quella dalla copertina verdina. Non potevo non parteciparvi e sono ricorsa alla biblioteca comunale per averlo. Sfogliandolo non ho potuto fare a meno di apprezzarne sì le ricette, ma soprattutto l’intero impianto: ci si addentra nella storia dell’uomo accompagnandosi da piatti minuziosamente descritti nella loro preparazione. Si parte dalla scoperta del miele da parte dell’uomo preistorico e quindi dalla Focaccia del Paleolitico per arrivare alle soglie del ‘900, durante le Olimpiadi di De Coubertin, con la Bevanda della vittoria e il Ghiaccio Hippy.

Inutile dire che il contest nella blogosfera ha avuto un grande successo. Si è concluso ieri, Sabrine ha promesso a tutti un pdf con tutte le ricette. Nel frattempo se qualcuno di voi vuole cedere alla nostalgia, provi a guardare l’elenco delle ricette eseguite presente nel blog Fragole a merenda, si va dai famosissimi biscotti della Brigitta

a quelli al Vallo, fatti a quattro mani da mamma e bambino

E ancora dai miei noccioletti da Palestrina

ai bastoncini alla 007

Questi sono solo alcuni esempi, divertitevi e andatevi a guardare gli altri, oppure, meglio ancora, procuratevi un Manuale e mettetevi ai fornelli…. e chissà che un giorno o l’altro il caro vecchio Manuale possa nuovamente trovare posto negli scaffali delle librerie!

Fonte:

fragoleamerenda.blogspot

chegustosa?.blogspot

invacanzadaunavita-housewife.blogspot

profumodimamma.blogspot

Scrivi un commento