Da 17 novembre 2009 0 commenti Leggi tutto →

Il ministro Gelmini incinta: non starà a casa neppure un giorno in maternità

ADV

Il ministro Gelmini, al quinto mese di gravidanza, annuncia al Corriere che si trova in uno stato di grazia, e che non intende restare a casa neppure un giorno in maternità. Immediata la replica dell’Avvenire, dove Marina Corradi invita il ministro – nell’editoriale del 12 novembre – a non perdersi “il tempo più bello”. Afferma la Corradi che la Gelmini si innamorerà pazzamente del figlio, così come succede a ogni mamma, e che “tutto di fronte a lui può attendere”. Ma la Gelmini replica che il bambino è tanto importante quanto il suo lavoro, che la responsabilità affidatale da Berlusconi è grande e che per questo non intende mettere in secondo piano l’impegno preso con il Paese, che attende trepidante il rinnovamento della scuola e dell’Università.

Gelmini non è il primo ministro che lavora con il pancione. Giovanna Melandri è entrata al governo poco dopo la nascita della figlia, mentre Stefania Prestigiacomo in Italia, Rachida Dati in Francia e Carme Chacon in Spagna hanno portato avanti il loro incarico per tutta la durata della gravidanza: Carme Chacon ha stupito tutti prima del parto, perché ha visitato i contingenti spagnoli in Kosovo e Afghanistan a gravidanza avanzata; Rachida Dati ha suscitato scalpore per essersi presentata al lavoro, in tacchi a spillo, a cinque giorni dal cesareo; Stefania Prestigiacomo si è concessa due mesi di pseudo-maternità, e poi è rientrata al lavoro grazie alla nursery allestita al ministero.

Il ministro Gelmini seguirà l’esempio di Rachida Dati? Io non glielo augurerei proprio. E le suggerirei di non fare progetti e di non prendere impegni in maniera così determinata, non prima di avere il figlio tra le braccia, per lo meno. Perché da prima a dopo – che ci si trovi in stato di grazia o meno, chi ha avuto un figlio lo sa – cambia proprio tutto, e spesso molte convinzioni si ribaltano.

Voi cosa ne pensate? Dovendo scegliere tra lavoro e accudimento del bebé da che parte pende il piatto della vostra bilancia?

Immagine: cpsu.org.au

Scrivi un commento