Il raffreddore nei bambini e i lavaggi del naso

ADV

lavaggi nasali a neonati

Quando i bimbi sono piccoli anche un banale raffreddore diventa un problema. Il fatto che non sappiano soffiarsi il naso rende difficoltosa la respirazione (per i più piccoli significa mangiare male, svegliarsi spesso durante il sonno) e l’accumulo di catarro provoca inevitabilmente altri problemi come mal d’orecchie e tosse. Come prevenire e combattere il raffreddore nei bimbi?

Sottoponendoli a quella che per loro è certamente una tortura, ma che è il metodo migliore per liberare il naso dal catarro, ovvero con i lavaggi nasali.

Oggi vediamo insieme quali sono gli strumenti e i metodi per liberare al meglio il naso dei nostri piccoli e combattere il loro raffreddore.

Lavaggi del naso, strumenti e metodi

Se chiedete al vostro pediatra vi saprà certamente consigliare e magari potrà anche farvi vedere come lavare il naso dei bebè e come tenerli fermi. Ma cosa possiamo indicarvi noi? Ci sono diversi metodi e prodotti. Eccone alcuni:

  • il più economico è certamente l’utilizzo della soluzione fisiologica spruzzata nel naso con la siringa. Acquistando in farmacia la bottiglia si risparmia certamente rispetto alle fialette monodosi.
  • Per i bimbi più piccoli, aiutatevi anche con un aspiratore nasale.
  • Sono  diversi i prodotti che si trovano in commercio e che possono aiutare i genitori nell’ingrato compito dei lavaggi nasali, eccone alcuni:

prodotti per i lavaggi nasali

  1. Lavonase: una sacca piena di soluzione fisiologica che si posiziona in alto, un tubo collegato alla sacca e a un irrigatore nasale
  2. Rinowash: una doccia nasale, utilizzabile sia da solo che abbinato all’aerosol
  3. Spray per i lavaggi: nebulizzano nel naso l’acqua di mare 
  4. o quella termale e contribuiscono a prevenire e curare i raffreddori

Voi mamme ritenete validi i lavaggi nasali per prevenire e curare il raffreddore dei vostri bimbi? Cosa utilizzate? Raccontateci nei commenti le vostre esperienze!

 

Articoli consigliati

Scrivi un commento