Come imparare le tabelline: trucchi efficaci per farlo in poco tempo

imparare le tabelline trucchi

Imparare le tabelline è una delle prime difficoltà contro le quali si scontrano i nostri bimbi durante il loro percorso scolastico. C’è chi non ha problemi a memorizzare, ma c’è anche chi ci mette tantissimo a impararle. Il tutto magari condito da capricci, momenti di sconforto, rifiuti e conseguenti crisi di nervi da parte dei genitori…

Imparare le tabelline: trucchi efficaci e idee

Esiste un modo per riuscire a imparare le tabelline in maniera rapida ed efficace, magari divertendosi un po’? Vediamo insieme qualche trucco.

Imparare le tabelline cantando o con filastrocche

Memorizzare qualcosa cantando o recitando una filastrocca è più facile e divertente. Un esempio molto conosciuto è quello delle Tabelline canterine, un metodo utilizzato da tanti bambini.

Le Tabelline canterine sono filastrocche cantate che, grazie a un motivetto facilmente orecchiabile, entrano subito in testa, rendendo semplice e divertente imparare. (Sempre che ai vostri bimbi piaccia cantare…) Ecco un esempio: la tabellina del 6 

Su Filastrocche.it, inoltre, trovate tutte le filastrocche relative alle diverse tabelline. Potere stamparle e recitarle insieme ai vostri bimbi. I bimbi possono anche copiarle sul quaderno, aggiungendo i disegni. Ecco ad esempio la filastrocca della tabellina del 7

Tabellina del 7
Carla Piccinini

7 x 1 = 7
Prendiam le biciclette,
7 x 2 = 14
sì, sì andiamo in bici,
7 x 3 = 21
dove non c’è nessuno,
7 x 4 = 28
al ponte passiam sotto;
7 x 5 = 35
avanti dunque,
7 x 6 = 42
pedalan le mie gambe, e le tue
7 x 7 = 49
finché non piove;
7 x 8 = 56
veloce filerei
7 x 9 = 63
sempre con te,
7 x 10 = 70
per la vita tutta quanta!

Giochi per imparare le tabelline: battaglia navale

Anche alcuni giochi possono aiutare nel consolidare la memorizzazione delle tabelline. La battaglia navale, ad esempio, può tornare utile. La griglia dove si sistemano le navi verrà nominata con i numeri dall’uno al 10 e le navi posizionate saranno visibili.

Per colpire la nave basterà indicare l’operazione (3×5, ad esempio) e dare il risultato corretto (15).  A ogni sbaglio, il turno passa all’avversario. Per chi è da solo, ecco un gioco simile da fare al pc.

Metodo delle mani

Memorizzare e continuare a ripetere le tabelline non è l’unico metodo per riuscire a impararle. Spesso arrivare con la testa a capire ciò che si sta imparando è molto più stimolante e permette ai bambini di non bloccarsi nel caso il risultato di una tabellina non venga proprio in mente.

Ecco un metodo per imparare le tabelline diverso dalla memorizzazione, ma ugualmente efficace. Usare le dita delle mani dividendole tra decine e unità

I vostri bimbi come hanno fatto a imparare le tabelline? Raccontateci i vostri trucchi e li aggiungeremo!

Scrivi un commento