In primavera è più facile #starebene

ADV

Stareben

Mancano pochissimi giorni alla primavera, una stagione che amo particolarmente perchè le giornate si allungano, il clima diventa più mite, la natura riesce a sorprendermi con i suoi colori e profumi anche se vivo in una città come Milano, insomma è più semplice #starebene.

La primavera mi trova sempre carica di nuove energie e voglia di fare e sperimentare.

E’ questa la stagione in cui amo in particolare ritagliarmi dei momenti speciali tutti per me. Quelle pause necessarie a prendermi cura non solo del mio corpo ma soprattutto del mio spirito.

Il tempo è la risorsa più preziosa che abbiamo e a noi donne non basta mai. Eppure per amare gli altri occorre amare prima di tutto sè stessi.

Ama il prossimo tuo come te stesso” così recita il secondo comandamento dell’amore e lungi dall’ impostare su una base religiosa un’etica dell’edonismo più sfrenato ma ogni tanto un pò di sano egoismo dovrebbe essere prescritto dal medico, per permettere a tante donne di amarsi e non annullarsi prese dalle esigenze e dai bisogni di tutti e incapaci di ascoltare e soddisfare i propri.

Quindi care amiche ecco le mie dieci mosse per approfittare dell’aria frizzante e godere a pieno dei benefici dell’amore. Verso se stessi e gli altri.

Non sono dei precetti queste cose magari piacciono solo a me. Ma sono una base da cui partire per elaborare ciascuna la sua personale lista.

stare bene

Dieci cose che mi fanno #starebene in primavera

1. Acquistare fiori e piante

I fiori recisi (tulipani, fresie, peonie) servono per decorare e rinnovare la casa mentre le erbe aromatiche le pianto sul mio balconcino.  In primavera ho bisogno di bellezza e il basilico e la menta sul terrazzino fanno la differenza sia quando faccio il pesto che il mojirto

2. Andare in bicicletta

In primavera si pedala. Non che in inverno abbia mai smesso. Sono una che va in ufficio in bicicletta anche sotto la pioggia però con la primavera adoro andare in bicicletta. La città è tutta mia….o perlomeno in alcuni momenti della giornata me lo fa credere.

3. Scrub&massaggi

Prima della tintarella uno scrub con una serie di massaggi sono necessari per preparare la pelle al sole. Sono anni ormai che mi regalo questo piccolo rito scegliendo  tra le promozioni presenti sui siti come Groupon quelle strutture che già conosco o che mi ispirano particolarmente. In questo modo il beneficio è duplice: corpo e portafoglio.

4. La pausa pranzo al sole

Non importa cosa si mangi in questo caso, l’importante è che ci sia il sole. Un gelato, un panino su una panchina o un’insalata, oppure un primo seduti al tavolino di un bar. Io vado dove c’è il sole.

5. Manicure toni naturali

Rosa. Ovviamente. Ma anche marrone dopo tanto rosso invernale le mie unghie (mani e piedi abbinati ovvio) in primavera diventano veramente bon ton. Da cerimonia.

6. Parrucchiere

Prima della fase selvaggia delle vacanze in Sardegna, la primavera richiede una visita dal parrucchiere per tonalizzare il colore e magari spuntare e alleggerire il taglio. Chiome al vento non cespugli mossi dal maestrale.

7. Coccole di coppia

Organizzare una serata romantica non fa mai male. Quindi qui non c’è una regola. Su quante volte farlo. Dipende dagli impegni che uno dei due ha, ma stabilire e pianificare un percorso benessere, un pomeriggio alle terme, un massaggio per due o una cenetta a lume di candela fa solo che bene. Viziare chi si ama non nuoce alla salute. Ma guarisce ogni pena.

8. L’aperitivo al tramonto

A Milano non c’è il mare ma l’aperitivo seduti fuori ad un tavolino in primavera in una giornata in cui anche la sera comincia a fare caldo è sempre un’esperienza indimenticabile. Un buon bicchiere di vino e un’ottima compagnia rendono questo rito irrinunciabile. Un doveroso premio dopo una giornata di duro lavoro.

9. Coltivare un hobby

Cucina, trucco, lettura, scrittura creativa. Ognuno ha le sue passioni le mie le coltivo anche frequentando dei corsi che mi aiutano a coltivare un mio hobby ma soprattutto a condividere un’esperienza insieme ad altre persone.

10. Gita fuori porta

A volte non serve andare molto lontano. Basta seguire una pista ciclabile e arrivare in qualche piccola locanda situata nei dintorni di Milano oppure prendere l’automobile e andare in campagna. La bellezza del contatto con la natura in primavera è un toccasana che ci riempie di energia.

Vi suggerisco di approfittare del mese  di offerte dedicate a salute, benessere e medicina estetica e strutture selezionate da Groupon per aiutare la Casa Pediatrica dell’Ospedale Fatebenefratelli di Milano, attraverso la campagna di charity Stare bene, come a casa, che ha come testimonial Maddalena Corvaglia.

La Casa pediatrica dell’ospedale Fatebenefratelli di Milano è stata aperta a ottobre, dopo un paio d’anni di lavori, ma non è ancora operativa a causa della mancanza di alcuni arredi. Per ogni coupon acquistato sul  sito di Groupon dal 9 marzo al 5 aprile verranno devoluti 2 euro al progetto.

Forza amiche aderiamo a questa iniziativa di solidarietà.

Ci regaleremo un momento di benessere, una coccola e un’attenzione speciale e allo stesso tempo potremo contribuire ad una buona causa.

stare bene

Questo post è stato realizzato in collaborazione con Groupon in occasione della campagna Stare bene come a casa a favore del Fatebenefratelli di Milano. Tutte le informazioni a questo indirizzo

Scrivi un commento