In viaggio all’estero: come trasportare i bambini

ADV

Quest’anno un po’ di mare e poi, via, alla scoperta delle bellezze dell’Europa! Se avete programmato la vostra vacanza all’estero, se prevedete di prendere la vostra auto e girare per la Provenza, ad esempio, o di arrivare, con una tappa alla volta, a vedere il mare del nord e la terra dei tulipani, allora dovrete preoccuparvi di come far viaggiare i vostri bambini. Valgono  anche nel resto dell’Europa del stesse regole che abbiamo qui in Italia relative al trasporto dei piccoli?

Certamente sì! La normativa che regola il viaggiare con i bimbi in auto è europea. Anche nei Paesi dell’Unione i bambini sotto il metro e cinquanta devono viaggiare con assicurati ai seggiolini o ai riduttori.

Vale anche per i paesi europei la divisione in categorie dei sistemi di ritenuta di cui abbiamo parlato nei post precendenti. Se avete un seggiolino omologato, inoltre,  potete  stare tranquilli: quella E che vedete sull’etichetta indica che ha seguito le normative europee per l’omologazione e che è valido sia qui in Italia che in Francia, ad esempio.

Lo sapevate che la media europea di chi non utilizza il seggiolino è del 40%? Un dato certamente non confortante, considerato che metterà insieme anche paesi in cui è diffusissimo l’uso…

Mi raccomando, cercate di non rientrare tra quel 40% e partite per le vacanze on the road con i vostri bimbi la sicuro!

Fonte:

sg.theasianparent.com

odt.co.nz

afterschooling.org

Scrivi un commento