Da 12 aprile 2009 0 commenti Leggi tutto →

Infertilità maschile: gli esami

ADV

Approfondiamo un argomento trattato nello Speciale fertilità e sterilità: l’infertilità maschile.
Il primo passo per identificare la causa di uno stato di infertilità consiste nel raccogliere informazioni sulla storia medica del paziente, indagando su eventuali infezioni genito-urinarie, malattie come varicella, morbillo o parotite, malattie a trasmissione sessuale, oppure affezioni croniche, come il diabete e l’ipertensione arteriosa.
Hanno potenziale rilevanza anche precedenti interventi chirurgici o traumi a livello genitale, unitamente ad informazioni sulle abitudini sessuali (uso di profilattici o spermicidi, frequenza dei rapporti, disfunzioni sessuali) e regimi di vita (alcool, fumo, droghe, lavori a rischio).

Si passa successivamente all’indagine diagnostica con un esame del liquido seminale (o spermiogramma) attraverso cui è possibile valutare le principali caratteristiche dell’eiaculato. Oltre alle proprietà chimico-fisiche (volume, pH, fluidificazione e viscosità), vengono valutate concentrazione, motilità e morfologia degli spermatozoi presenti nel campione.
Particolare attenzione viene riposta anche nella valutazione qualitativa e quantitativa della popolazione cellulare non nemaspermica (emazie, cellule epiteliali dei dotti delle vie genitali, cellule germinali e leucociti), utile per descrivere completamente il campione seminale in tutti i suoi aspetti. Queste valutazioni sono quindi di fondamentale importanza per stabilire le cause di sterilità maschile e il trattamento terapeutico più appropriato.

A seguito dell’esito dello spermiogramma o per ragioni di diversa natura, possono essere richiesti ulteriori esami, quali:

  • Esame microbiologico del liquido seminale
  • Dosaggi degli ormoni
  • Ecografia prostatica e del testicolo
  • Citologico testicolare per aspirazione o esplorazione chirurgica
  • Immunobead test (IBT) ed altri test immunologici
  • ntegrità del DNA spermatico
  • F.I.S.H. TEST o Valutazione dell’assetto cromosomico nemaspermico

Qui di seguito un filmato sulle terapie tratto da www.fertilita.tv

[Fonti] tecnobiosprocreazione.it

[immagine] my-personaltrainer.it

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento