Infertilità maschile: precoce tra i giovanissimi!

ADV

Infertilità precoce anche tra i giovanissimi: una considerazione allarmante che emerge da recenti studi presentati ultimamente al Ministero della Salute, i dati rivelano che il 33,4% dei giovani tra i 18 e i 20 anni ha già una condizione di ipofertilità e l’11,7% con un livello più serio. Tra la cause imputate l’esposizione agli elementi inquinanti ambientali, ai pesticidi, naturalmente il fumo fortemente incriminato e lo smog e numerose sostanze chimiche, che interferiscono sul sistema endocrino e sull’ equilibrio ormonale causando alterazioni serie e quindi un calo della fertilità.

Un rischio più alto è stimato per i giovanissimi che abitano nelle città il potenziale di fertilità è numericamente più basso rispetto a chi vive lontano dai grandi centri urbani addirittura 170 milioni di spermatozoi contro 240 milioni. Ridotto non solo il numero ma anche e qualità degli spermatozoi.

A tutela della fertilità in un progetto di informazione e prevenzione nasce Androlife, la Campagna nazionale per la prevenzione dell’infertilità maschile nei giovani, organizzata dall’ Università La Sapienza, dalla Società italiana di andrologia e medicina della sessualità (Simas) e dalla Fondazione Amico Andrologo Onlus.

E’ stato creato un numero verde 800.100.122 grazie al quale si possono prenotare visite andrologiche gratuite, dal 19 al 25 marzo, negli ambulatori di molte città italiane che hanno aderito alla Campagna.

Scrivi un commento