Da 6 novembre 2010 0 commenti Leggi tutto →

Influenza stagionale: curare il raffreddore con rimedi naturali

ADV

Etciù, etciù!.. Scusate, mi è venuto il raffreddore! Naso chiuso, mal di gola, uno starnuto dopo l’altro è proprio così! Mi sono raffreddada! 🙁 Il raffreddore è un malanno tipico di questa stagione, responsabili dell’infezione sono più di 200 ceppi virali che si trasmettono da una persona all’altra per via aerea, con un colpo di tosse, uno starnuto o attraverso una semplicissima stretta di mano.

Ma per prevenire o curare il raffreddore si può ricorrere a numerosi rimedi naturali a base di erbe mediche. Vediamo insieme quali.

Contro febbre, mal di testa e sensazione di “ossa rotte” è efficace il salice, un albero dalla corteccia ricca di acido salicilico che è un ottimo sostituto dell’aspirina a basso dosaggio. Inoltre, l’ayurveda suggerisce di sorseggiare un decotto riscaldante, ottenuto facendo bollire per 10 minuti un po’ di acqua alla quale aggiungere un pezzetto di radice fresca di zenzero e un po’ di pepe nero. Quindi lasciare raffreddare a 37° e dolcificare a piacere con un cucchiaino di miele.

Per rafforzare le difese dell’organismo e prevenire i malanni di stagione e accelerare i tempi di guarigione, la vitamina C, di cui sono ricchi i “falsi frutti” della rosa canina ma anche le bacche di acerola, una pianta originaria del Centro America dal frutto simile a una ciliegia. Un altro rimedio efficace per prevenire i raffreddamenti è la radice di echinacea. Mentre, se si è già debilitati o in convalescenza, è meglio ricorrere alle proprietà dell’astragalo, una pianta cinese dalla radice ricca di polisaccaridi, sostanze particolarmente efficaci per rafforzare le difese naturali dell’organismo.

Infine ai primi sintomi di congestione nasale è importante liberare le vie aeree per eliminare ogni “rifugio” per virus e batteri che proliferano nel muco fino a causare vere e proprie infezioni. Via libera ai suffumigi con acqua bollente, bicarbonato e camomilla. Se l’ambiente è troppo secco, umidificare le stanze dove si vive con essenze dall’effetto balsamico e disinfettante estratte dalle resine ricche di oli volatili di piante come eucalipto e timo. Vaporizzare gli oli in camera per inalazioni notturne che agevolano la respirazione. Contro tosse e catarro, all’elicriso, una pianta medica detta “erba respiro”. Infine, contro il mal di gola giova la propoli ottimo anche da usare come colluttorio per disinfettare la gola.

Ed ora vediamo quali sono le buone abitudini in caso di raffreddore

  • Ricorrere a farmaci antifebbrili se la temperatura supera i 38 gradi. Non abusare di antinfiammatori o di antibiotici che rischiano di compromettere la risposta di difesa naturale dell’organismo.
  • Evitare gli sbalzi di temperatura e lo stress psicofisico.
  • Sì a pasti leggeri e a una dieta liquida a base di brodi e minestre, ma anche ricca di frutta e verdure cotte. Ridurre le proteine ed eliminare latte e latticini.
  • Soprattutto in caso di febbre, bere almeno 2 litri di acqua oligominerale al giorno per contrastare la disidratazione dell’organismo.

E voi quali metodi usate per combattere il raffreddore?

Immagini:
tgcom.mediaset.it
echoecoquest.org
skincaidmd.com

Scrivi un commento