Da 18 agosto 2010 0 commenti Leggi tutto →

Influenza virale in gravidanza, salute mentale del bambino a rischio

ADV

Secondo un nuovo studio della Temple University esistite un collegamento tra schizofrenia nel nascituro e influenza virale della mamma durante la gravidanza. A quanto emerge dalla ricerca, pubblicata su Schizophrenia Research, il rischio di schizofrenia aumenta da 1,5 a 7 volte per i figli di mamme “influenzate”. Ma la colpa non è proprio del virus, bensì di alcune proteine immunitarie che vengono prodotte dal corpo in risposta a questo genere di agenti patogeni. Queste porterebbero a un rischio di anomalie cerebrali associate come la schizofrenia. Tuttavia, c’è anche una buona notizia: non tutte le mamme che hanno avuto un notevole aumento di questa proteina hanno messo alla luce figli schizofrenici.

Questo ci fa pensare che qualche altro fattore – forse una vulnerabilità genetica – deve essere presente affinché l’aumento dei livelli di proteine immunitarie portino alle alterazioni cerebrali che abbiamo identificato” spiega la dottoressa Ellman che in passato, aveva già compiuto ricerche per identificare quali fattori potevano scatenare i disturbi di salute mentale nei bambini; in questo studio sono state prese in considerazione le citochine proinfiammatorie, ossia delle proteine che vengono prodotte dall’organismo in risposta alle infezioni del corpo.

Per arrivare a questa conclusione sono stati presi in esame i campioni di sangue di 12.000 donne in gravidanza dal 1950 al 1960. Sia le donne che i figli sono stati poi seguiti anche dopo la nascita del bambino, in maniera da identificare i possibili casi di schizofrenia. È con i dati alla mano che i ricercatori hanno notato la stretta relazione tra cambiamenti della struttura cerebrale e un aumento di livelli di interleuchina-8 (IL-8) –  una citochina proinfiammatoria –  presente nel sangue della mamma.

Le anomalie cerebrali che abbiamo trovato sono quelle costantemente collegate alla schizofrenia, suggerendo che una risposta immunitaria elevata durante la gravidanza potrebbe contribuire ad alcune delle anormalità cerebrali associate al disturbo… I nostri risultati sottolineano l’importanza di fornire contribuiti prenatali alla schizofrenia, con implicazioni per la prevenzione, l’intervento precoce e le strategie di trattamento” ha sottolineato Ellman.

Inoltre, c’è da tenere presente che, come sempre, anche il fattore stress può recare delle alterazioni fisiche alla madre, sviluppando una conseguente risposta immunitaria elevata. Purtroppo, il problema principale è che la maggiore vulnerabilità della mamma alle infezioni arriva proprio quando il cervello del piccolo si sta formando, causando, in caso di predisposizione, alterazioni cerebrali.

Alla luce del nostro studio, che richiama l’attenzione alla maggiore suscettibilità alle infezioni di una donna incinta e i potenziali rischi per lo sviluppo del feto, è facile capire perché la comunità medica raccomandi alle donne in gravidanza o a quelle che la stanno pianificando di prendere precauzioni, come per esempio il vaccino, allo scopo di prevenire le infezioni”, ha concluso Ellmann.

In base ai risultati di questa ricerca, quindi, le donne in gravidanza hanno un motivo in più per stare alla larga dai virus influenzali. Probabilmente si tratta di un’utopia visto che questi sono praticamente ovunque, tuttavia adottare alcune norme igieniche e alcune piccole precauzioni non guasta di sicuro.

Fonte: lastampa.it

Immagini:
allergizer.com
lastampa.it
scrapetv.com

Scrivi un commento