Da 12 aprile 2017 Articolo con sponsor 0 commenti Leggi tutto →

Istruzioni non incluse, la nostra recensione del nuovo film con Omas Sy

ADV

famiglia all'improvviso istruzioni non incluse film

“Vuoi andare a vedere Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse,  il nuovo film con Omar Sy?”

Cosa si risponde a questa domanda? Io non ho avuto dubbi. Adoro i film francesi e ho decisamente apprezzato Omar Sy nel bellissimo Quasi amici. La maggior parte di noi, credo, lo ha scoperto proprio grazie a quel film e, diciamo la verità, Omas Sy non passa  certo inosservato.

E così sono andata, insieme ad altre mamme blogger. Il giudizio è stato unanime: un film bellissimo! Ora vi spiegherò perchè siamo uscite tutte del cinema con gli occhi lucidi e con la stessa impressione riguardo a Istruzioni non incluse.

famiglia-all-improvviso-istruzioni-non-incluse-omar-sy

Istruzioni non incluse, perchè è un film bellissimo

Un uomo, Samuel, che vive la vita divertendosi. Nessuna responsabilità, vita agiata nel sud della Francia in una vacanza perenne, donne a volontà. Lo guardi in azione e, se non fosse impersonato da Omar Sy, ti farebbe saltare i nervi. Almeno, a me i Peter Pan fanno questo effetto.

Nella vita, però, l’imprevisto è sempre in azione. Un imprevisto è la sola speranza, diceva Montale. Così è per Samuel e l’imprevisto si chiama Gloria, batuffolo urlante che il protagonista si ritrova in braccio senza troppe spiegazioni.

famiglia all'improvviso istruzioni non incluse film

Già visto, ho pensato. L’uomo alle prese con un bebè mi ha già fatto ridere in altri film prima di questo. Però questo film fin dall’inizio è diverso. Quell’imprevisto, quel batuffolo pieno di capelli ricci ribalta la vita di Samuel, la riempie di senso.

Ecco perchè questo film è bellissimo, perchè in maniera scanzonata, irriverente, divertente racconta di come la vita di ognuno, possa essere riempita di senso da qualcun altro. In questo caso chi rende piena e realmente felice la vita di Samuel è Gloria. Lui ha qualcuno per cui fare le cose, per cui alzarsi la mattina e per cui buttarsi dall’undicesimo piano di un palazzo. Lei ha lui, il suo papà supereroe. 

Il rapporto tra Samuel e Gloria è bellissimo. Lui non ha stravolto quello che è, era un giocherellone perennemente in vacanza e in fondo tale rimane. Ma la responsabilità verso di lei, verso quella bimba adorabile rende tutto più sensato e offre anche a lui, uomo rimasto un po’ bambino, la possibilità di crescere.

famiglia all'improvviso istruzioni non incluse film

Non racconterò altro perchè Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse è ricco di colpi di scena. Aggiungo che è un film dove si ride e si piange, ma che rimane sempre con un tono di voce lieve e delicato, mai melenso, mai eccessivamente drammatico. Lo stesso vale per i personaggi. Non sono molti, ma sono delle figure molto belle: dal produttore che si prende cura di Samuel e  Gloria, alla direttrice della scuola. Ogni personaggio, anche se presente per pochi minuti è tratteggiato benissimo.

E poi c’è lui, Omar. Un vero portento. Imponente, bello e con una mimica travolgente. Andare a vedere Famiglia all’improvviso – istruzioni non incluse perchè c’è lui può essere una ragione molto valida. E sicuramente, oltre a non essere delusi, uscirete dal cinema con la certezza che questo sia un film da vedere non solo per il protagonista, ma perchè fa star bene.

Ultima menzione, ma non secondaria, alla bellissima colonna sonora e all’ambientazione: dai panorami del sud della Francia a Londra  fino alla stratosferica stanza dei giochi di Gloria, tutto è assolutamente piacevole da vedere.

Dal 20 aprile tutti al  cinema!

Scrivi un commento