Ecco cosa può ​accadere​ durante un pomeriggio trascorso a preparare cake pops di biscotti insieme a 2 bambine.
All’Open Day della scuola di Inglese Kids&Us di Roma per scoprirne il metodo e sperimentarne le attività.

La candida in gravidanza: può creare problemi al mio bambino?

La candida è responsabile di un disturbo tanto frequente quanto diffuso: le vulvo vaginiti. Si stima che ne soffrano 1/3 delle donne ed il rischio di contrarla aumenta durante la gestazione poiché la gravidanza sottopone il nostro corpo a un grande stress e significativi cambiamenti ormonali.

La candida albicans è un fungo che vive in zone diverse del nostro corpo: cute, mucose, viscere normalmente innocuo ma in condizione di stress, in seguito a terapie antibiotiche e cortisoniche prolungate, in presenza di diabete mellito, durante la gravidanza si sviluppa e causa l’infezione.

I sintomi di questo ”fastidioso problema” sono leucorrea (perdite dense della consistenza di latte cagliato), prurito, intenso bruciore soprattutto durante la minzione, eritema vaginale. La preoccupazione più diffusa tra le gestanti soggette a questo tipo di disturbo, che spesso ansiose e si rivolgono al ginecologo è se l’infezione può avere conseguenze pericolose per il bambino.

La candida di per sé non crea problemi al decorso della gestazione, tuttavia il neonato potrebbe contrarre l’infezione per contatto al momento del parto manifestando alla nascita o qualche settimana più tardi una candidosi del cavo orale comunemente chiamato mughetto.

E altresì vero che la candida, sebbene sia un disturbo frequente, può essere tempestivamente debellata con l’utilizzo di farmaci applicati localmente (pomate, ovuli, candelette), seguendo le indicazioni del vostro ginecologo e mai con medicamenti fai-da-te o consigli di un amica che ne ha già sofferto.

Per evitare il rischio di recidive è buona regola seguire alcune norme di prevenzione:
- particolare attenzione all’alimentazione, limitate i carboidrati, i cibi che contengono lieviti, limitate formaggi, dolci e zuccheri. Se lo gradite inserite nella vostra dieta lo yogurt poichè il Lactobacillus Acidophilus contribuisce a mantenere in equilibrio la flora batterica dell’intestino dove spesso il micete cresce e si moltiplica;
- l’ambiente caldo-umido favorisce la proliferazione del fungo perciò evitate indumenti che facciano “respirare poco le zone intime”;
- preferite biancheria di cotone.

Un rimedio naturale che possa alleviare bruciore e prurito, è la tintura madre di Calendula: diluite trenta gocce in acqua tiepida ed effettuate risciacqui quotidiani.

Immagini:
pourfemme.com

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

1 Comment on "La candida in gravidanza: può creare problemi al mio bambino?"

Trackback | Commenti RSS Feed

Inbound Links

  1. Igiene intima in gravidanza | Blogmamma.it | 31 luglio 2013

Scrivi un commento