Da 4 marzo 2010 0 commenti Leggi tutto →

La candida si cura con la Propoli

ADV

La candida è un fungo che “abita” nell’uomo ed è una patologia subdola diffusa molto più di quanto si pensi, tanto che qualcuno l’ha addirittura definita una vera e propria epidemia. Spesso si è affetti da candida senza neanche saperlo poiché rimane in forma più o meno latente e non si mostra con sintomi evidenti, se non stimolata.

Una delle cause principali sono le ridotte o difettose difese immunitarie ma è anche la conseguenza di una terapia a base di antibiotici che, specie nelle donne, può scatenare la candidosi vaginale dovuta all’eliminazione del bacillo di Doderlein che è al centro dell’ecosistema vaginale. Uno dei sintomi più evidenti dell’infezione da candida è il prurito intenso.

Ma da oggi sembrerebbe possibile eliminare la candida anche senza ricorrere all’utilizzo degli antibiotici ed utilizzando la propoli, l’estratto naturale prodotto dalle api a partire dalle gemme o dalla corteccia delle piante.

Questa la tesi di una ricerca dell’Università di Maringà (Brasile), diretta dalla dottoressa Kelen Dalben-Dota e pubblicata sul “Journal of Alternative and Complementary Medicine”. Il gruppo guidato dalla dottoressa Dalben-Dota ha messo alla prova 97 ceppi batterici, sia candida albicans che non. Questi lieviti sono poi stati sottoposti all’azione di un antibiotico tradizionale utilizzato in questi casi, la nistatina. Allo stesso modo i lieviti sono stati sottoposti all’azione della propoli, con il fine di valutare i differenti effetti, ma soprattutto se la propoli poteva essere un valido sostituto naturale all’antibiotico.

I risultati ottenuti hanno mostrato che tutti i lieviti testati sono stati inibiti già all’esposizione di basse concentrazioni di propoli il tutto indipendentemente dalle condizioni cliniche della donna e le specie di lievito isolate. Forti dei risultati positivi ottenuti, i ricercatori hanno concluso che l’ottima performance della propoli ne fa una candidata a nuove opzioni terapeutiche per la cura della candidosi vulvovaginale che non prevedano l’uso di antibiotici. Un’alternativa naturale ed efficace.

Fonte: lastampa.it

Immagini:
salute.okfree.it

Scrivi un commento