Da 28 maggio 2009 0 commenti Leggi tutto →

La dieta in gravidanza

ADV

Dite la verità! Quante volte vi siete sentite dire da nonne, zie, mamme e chi più ne ha più ne metta la frase “mangia…che ora devi mangiare per due!!!!”. Io tante volte durante entrambe le mie gravidanze, e fortunatamente, nonostante la voglia di farlo, non le ho ascoltate 🙂 E’ importante riuscire a seguire una dieta bilanciata che aiuta le donne in gravidanza a mantenersi in forma (e tutte noi sappiamo quanto è importante sentirsi belle e informa anche con il pancione) senza rinunciare al fabbisogno di cui l’organismo necessita in questo delicato periodo della vita.

Il controllo del peso è il primo indice su cui basarsi per regolare l’alimentazione in gravidanza. Una futura mamma di corporatura normale dovrebbe aumentare di 10-12 kg nell’arco dei nove mesi. Si tratta però di una stima del tutto indicativa, che varia da donna a donna e comunque spetta sempre al medico decidere qual è l’incremento di peso più adatto.

Dunque vediamo insieme quali sono gli alimenti principali di cui ci si dovrebbe nutrire nell’arco dei nove mesi.
– un buon apporto di proteine lo si può garantire alternando pesce, carni magre, uova, latticini e legumi abbinati a cereali;
– anche la necessità di calcio (il principale costituente delle ossa) aumenta durante i 9 mesi. Questo non significa che bisogna raddoppiare la quantità di latticini 😉 ma anzi sarà l’organismo stesso ad assorbirne in quantità maggiore. Tra l’altro il calcio si trova in ottima quantità anche nella maggior parte delle verdure (soprattutto a foglia verde), nella frutta a guscio, nel pesce e in alcune acque minerali (sarà sufficiente leggere l’etichetta);
– il fabbisogno di ferro quasi raddoppia durante la gravidanza e non sempre si riesce a soddisfarlo con un’alimentazione mirata. Ed è per questo che spetta al medico valutare la situazione specifica e prescrivere, se necessario, un’integrazione farmacologica;
– di pari passo al ferro troviamo l’acido folico, vitamina essenziale per il corretto sviluppo del cervello e del midollo spinale del bambino. Anche il suo fabbisogno è difficile da soddisfare completamente anche se una dieta ricca di verdure a foglie verde aiuta, è comunque consigliabile un dosaggio farmacologico giornaliero in aggiunta, a partire già dall’inizio dell’attesa. E, possibilmente, dalla fase pre-concezionale.
– dal terzo mese in poi, l’organismo della futura mamma deve provvedere anche alla formazione di liquido amniotico, sangue e tessuti fetali. dunque è bene aumentare la razione giornaliera di acqua (un litro e mezzo, due litri), bevendone circa un litro in più aumentando anche il consumo di verdura e frutta fresca;
– ed infine gli acidi grassi essenziali indispensabili per la formazione del sistema nervoso e di molti ormoni. In particolare i cosiddetti “omega 3” assimilabili facilmente dall’olio extravergine dl’oliva, dal pesce e dalla frutta a guscio.

Dunque una dieta varia ed equilibrata aiuterà le future mamme ad arrivare serene ed in forma fino al momento in cui abbracceranno il loro piccolo!

Immagine:
loradellapappa.libero.it

Scrivi un commento