Da 2 maggio 2010 2 Commenti Leggi tutto →

La merenda dei bambini

Chi non ricorda le merende dell’infanzia? L’odore del pane sgranocchiato senza sensi di colpa, la sorpresa per un frutto mai assaggiato prima o la sensazione fisica della lingua che si incolla sul ghiacciolo freddo nel caldo dell’estate… La merenda dei nostri bambini deve avere la piacevolezza di un gioco, ma soprattutto deve essere varia. Infatti cambiando merenda, si variano vitamine e minerali, si gioca sulle quantità di energia e contemporaneamente si educa il palato a una gamma più vasta di sfumature.

Lo spuntino di mezzo pomeriggio serve a frazionare i pasti e a non arrivare troppo affamati a cena. Per questo, dovrebbe compensare proprio quegli alimenti che, per i motivi più diversi, si sono saltati nel corso della giornata. Quindi vediamo insieme come scegliere la merenda dei nostri bambini.

Innanzitutto bisogna ricordarsi che le calorie non saziano quindi meglio un piccolo panino che dei grissini, delle invitanti albicocche più che un succo di frutta. Si possono creare per esempio delle piccolissime tartine composte con una fetta di pane, qualche verdura con l’aggiunta di un velo di maionese, ketchup o, meglio ancora, sugo di pomodoro. Oppure uno yogurt alla frutta ma magro, al frullato oppure un buon frappè sempre con l’utilizzo di latte parzialmente scremato.

La merenda andrebbe considerata come un minipasto composto da carboidrati, una piccola parte di proteine (bocconcini di formaggi, una fettina di bresaola o prosciutto) e una parte più grande di frutta e verdura. Ci si potrebbe divertire con la frutta proponendo accostamenti di colori diversi ad esempio qualche chicco d’uva giallo accanto a palline di anguria rossa e di melone. La frutta è ottima in ogni versione: mousse, centrifugata, spremuta o, ancora tramutata in deliziosi sorbetti. Una fetta di pane tostato, piccoli paninetti integrali con semi diversi o crackers semplici sono i benvenuti se accompagnano la marmellata o il miele che così vengono assimilati più lentamente.

E lecca lecca, caramelle, dolci farciti, creme grasse, biscotti al burro? Bhè non evitarli ma da non offrire ai bambini giornalmente. Sono adatti per occasioni speciali come la visita a un parente o la festa di compleanno. Senza demonizzare neanche le merendine confezionate! Naturalmente di quello che prepariamo noi in casa conosciamo gli ingredienti utilizzati, quindi è sempre bene bene dare sempre un occhio alle etichette e alla composizione: meglio non superare le 150 calorie a porzione.

I vostri bambini con cosa amano fare merenda?

Immagini:
lapiazzaweb.it
images.com by ImageZoo

2 Comments on "La merenda dei bambini"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Eva Cecchinato scrive:

    Ciao a tutte mamme! Siamo un gruppo di studentesse dell’Università Bocconi, stiamo conducendo una ricerca sulle bevande per bambini. Sareste così gentili da compilarci un questionario (diviso in 2 parti) davvero breve. Grazie 1000!!! Ciao mamme!
    Ecco i link:

    http://www.surveymonkey.com/s/9WSQHB7

    http://www.surveymonkey.com/s/9Q9CL9J

Scrivi un commento