Da 5 novembre 2008 8 Commenti Leggi tutto →

La Pausini vuole un figlio (e vuole dargli il suo cognome)

ADV

Prendo spunto da una notizia curiosa a metà tra il pettegolezzo e il gossip, per parlare di un po’ di un argomento che ha a che fare con un tema spesso fonte di discussioni tra futuri genitori: discussioni tutt’altro che pacifiche e misurate, anzi…

concluse spesso con il ricorso a compromessi non sempre positivi per il nascituro che si troverà per tutta la vita a fare i conti con il proprio – più spesso, proprio per sedare ogni discussione, i propri! – tanto faticosamente prescelto nome!

Quante di noi, ancor prima della gravidanza, durante l’adolescenza (o addirittura l’infanzia), non hanno mai pensato: quando avrò un figlio lo chiamerò… e via ad elencare i nomi della protagonista del cartone animato del momento, dell’eroina del libro o del film preferito! O no? E ora, che finalmente un figlio sta per arrivare, c’è chi vorrebbe arrogarsi il diritto di usurpare il nostro sacrosanto diritto ad scelta che non può non essere femminile! Ma vi pare?!

Ma se fin ora le liti col marito o il compagno riguardo allo spinosissimo argomento riguardavano esclusivamente il nome, oggi, il problema raddoppia! Perché da poco è possibile che una mamma dia al proprio figlio anche il proprio cognome!

Quella che fin ora era un’eccezione ora diventa una pratica regolare, regolata dalla sentenza 23934 e come tale (immagino) avrà qualche adepta in più rispetto al passato! Un esempio ci viene dal mondo dello spettacolo, in particolare della musica.

La cantante Laura Pausini, è tra quelle che hanno deciso di optare per questa strada: la cantante sta infatti meditando di fermarsi un po’ per mettere in cantiere una gravidanza e ha aggiunto che le piacerebbe dare al pargolo il suo cognome: ecco quello che dichiara al settimanale Chi: “Mi fermo per un anno perché voglio un figlio. Questa è la volta buona. Vorrei dargli il mio cognome, per far felice mio padre. Mia sorella e io siamo, al momento, le ultime Pausini“.

Ora, siccome succederebbe la stessa identica cosa anche nella mia famiglia (io e mia sorella rimarremmo altrimenti le ultime con il nostro cognome), potrebbe, secondo voi funzionare l’illustre esempio della Pausini? Beh, di sicuro ci proverò, anzi, ringrazio pubblicamente Laura per avermi fornito un’altra più che degna motivazione per tentare anch’io di convincere la mia metà che di sicuro, quella del cognome materno (accanto a quello del papà) è la scelta giusta!

Tags: , ,

8 Comments on "La Pausini vuole un figlio (e vuole dargli il suo cognome)"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. erica scrive:

    io ho provato solo a proporre la cosa al mio compagno che l’ha presa proprio come un’offesa a lui e alla sua famiglia oltre al fatto che mi ha detto che non dandogli il suo cognome il bambino non avrebbe avuto nulla di suo. Non parliamo poi del nonno paterno il quale, tradizionalista e limitato com’è, ha detto che una cosa del genere non esisteva assolutamente…..soprattutto perchè anche dalla loro parte se il bambino non avesse preso il loro cognome, si sarebbe estinto….
    Alla fine per il “quieto vivere” il bambino è nato ed ha preso il cognome del padre
    e’ davvero una cosa assurda, ma sono sicura che per le star le cose possano andare in modo diverso, come al solito

  2. Lux scrive:

    Io credo che sia una cosa giusta poter dare anche il cognome materno e sono perfettamente d’accordo sul doppio cognome. Ma credo che in Italia ancora la prassi sarà troppo lunga, spero che qualche vip si possa muovere da questo punto di vista solo loro forse possono smuovere questa vecchia e ancenstrale abitudine

  3. mery scrive:

    io la penso come kangila se una persona è anziana come kangila deve pensare in questo modo…

  4. sonia scrive:

    per “kangila”: ti auguro di trovare un suocero con un bel nome tipo “ermenigildo” e poi vediamo se hai ancora la voglia di tradizioni stupide e antiche ricorda che il rispetto non si porta con il nome… ma con l’educazione e ogni singolo gesto verso le persone a noi piu vicine… buona fortuna

  5. Marianna scrive:

    Mely74, in effetti, la sentenza prevede che il cognome materno possa anche sostituire quello paterno… quindi, in questo caso, non si tratterebbe di doppio cognome…

  6. concetta scrive:

    mia suocera si chiama Epifania e mio suocero Calogero, invece i miei genitori si chiamano Pellegrina e Gesualdo, vorrei tanto portare avanti la tradizione, ma credo che condannerei i miei figli. un nome è per sempre! non si possono portare avanti all’infinito scelte folli che risalgono a chicchessia!! io ho sofferto molto per il mio nome, non mi è mai piaciuto.
    ho un’amica che ha già 6 giovanni in famiglia e 4 rosaria!! assurdo!

  7. kangyla scrive:

    io sono molto tradizionalista, quindi se avrò un figlio avrà sicuramente il cognome di mio marito!!!riguardo al nome, poi, da buona siciliana, mi piacerebbe avesse il nome dei miei suoceri e dei miei genitori! precisamente funziona cosi, il primo figlio prende il nome del nonno paterno, se e femmina, quello della suocera, poi il secondogenito prende il nome dei nonni materni e cosivia…dunque,potrei mai togliere al nonno paterno il piacere di avere un erede ke continui il cognome di famiglia?

  8. mely74 scrive:

    in effetti anche io sono l’unica che potrebbe portare avanti il cognome… ma il doppio cognome non è un pò gravoso? e poi i figli del mio/a erede? triplo o quadruplo cognome?? come funziona?

Scrivi un commento