Da 23 marzo 2009 0 commenti Leggi tutto →

La ricetta delle uova di Pasqua

ADV

La primavera è in arrivo e con lei anche Pasqua è alle porte ormai il simbolo più rappresentativo per eccellenza della Pasqua ed immancabile durante i festeggiamenti di questo giorno molto importante è l’uovo! Negli anni ci si è sbizzarriti nel proporlo in tante finiture. Lo troviamo intagliato, dipinto, di cioccolato, di terracotta, di cartapesta, di ceramica, di porcellana…insomma ce n’è per tutti i gusti.

Ma quanti di noi conoscono il significato autentico di questo simbolo?

La tradizione di scambiarsi le uova come segno benaugurale è antichissima; le uova, per la loro forma e sostanza molto particolare, hanno sempre rivestito un ruolo unico, quello del simbolo della vita in sé e quindi della fertilità.

I cristiani attribuivano all’uovo un significato particolare: in occasione della Pasqua cristiana, è presente l’uovo quale dono augurale, che ancora una volta è simbolo di rinascita, ma questa volta non della natura bensì dell’uomo stesso, della resurrezione di Cristo: il guscio è la tomba dalla quale Cristo uscì vivo e quindi è il simbolo del ritorno della vita.

Il primo uovo di Pasqua si narra che fu regalato a Francesco I di Francia agli albori del XVI sec., ma è nella Russia degli zar che le uova preziose e decorate diventano regalo di Pasqua. Un maestro orafo, Peter Carl Fabergé, con grande inventiva e genialità ha segnato la storia delle uova pasquali decorate; nel 1883 ricevette dallo zar Alessandro la commissione per la creazione di un dono speciale per la zarina Maria. Il primo Fabergé fu un uovo di platino smaltato bianco che si apriva per rivelare un uovo d’oro che a sua volta conteneva un piccolo pulcino d’oro ed una miniatura della corona imperiale. Gli zar ne furono così entusiasti che ordinarono a Fabergé di preparare tutta una serie di uova da donare tutti gli anni.

Capolavori di oreficeria a parte, oggi per Pasqua si usa portare in dono uova di cioccolato, le vetrine delle pasticcerie impazzano di uova colorate e pulcini ricoperti di cacao, una delizia per il nostro palato. Ecco una ricetta golosa per realizzare da soli delle splendide uova di cioccolato da regalarsi e da regalare!

Ingredienti:

500gr di cioccolato fondente
2 mezzi stampi per uova di Pasqua in metallo o plastica (che potete trovare nei casalinghi ben attrezzati o qui troverete sicuramente quello che fa al caso vostro).

Preparazione:

Rompere il cioccolato a pezzetti (oppure tritarlo grossolanamente con un grosso coltello) e metterlo dentro una ciotola. Prendere un pentolino che possa contenere la ciotola (ma non inseritela adesso) e fare bollire circa 2 dita di acqua. Il diametro del pentolino deve essere tale che la ciotola non tocchi l’acqua bollente sul fondo, quindi fare delle prove prima. Quando l’acqua bolle, spegnere il fuoco, deporvi la ciotola con il cioccolato, coprire con un piatto o un coperchio e lasciare riposare per 10 minuti circa. Passati i dieci minuti mescolate. Questo sistema permette al cioccolato di sciogliersi lentamente, senza entrare in contatto con fonti di calore dirette e quindi senza aumentarne drasticamente la temperatura.

Appena il cioccolato è pronto versare velocemente il cioccolato nei due mezzi stampi facendoli roteare, in modo da foderarli completamente, e ponete subito in frigo le due metà per un ora circa. Una volta tolti dal frigo, per estrarre dalla forma le due metà di uovo, premere delicatamente dietro i due mezzi stampi; prima di riunire le due metà, con un coltellino pareggiare i bordi. Il cioccolato sciolto e poi solidificato dopo alcuni giorni può presentare una patina biancastra. E’ tutto normale: si tratta del burro di cacao e il cioccolato è del tutto commestibile e buono.

A questo punto per avere uova belle e impeccabili, infornare una teglia da forno vuota nel forno già caldo per 15 minuti; togliete la teglia dal forno e appoggiate per un attimo sulla teglia calda le due metà in modo da fare ammorbidire leggermente i bordi ed immediatamente riunitele in modo da ricomporre l’uovo facendo combaciare i bordi.

Ehi, ehi dove state andando? Avete messo la sorpresa?!  Sì?! Bene. Allora adesso abbiamo il nostro uovo pronto per essere impacchettato o decorato.

Per decorare il vostro uovo ad esempio potrete sciogliere dell’altro cioccolato, versarlo in un piccolo cono di carta con un piccolo buco all’estremo più stretto e disegnare ricami, ghirigori, spirali o scrivere “Buona Pasqua” o nomi o ciò che più vi aggrada. Potete anche realizzare l’uovo con due tipi di cioccolato diversi, ad es. metà uovo di cioccolato bianco e l’altra metà con cioccolato al latte o fondente. Un uovo riempito di piccoli ovetti di cioccolata diversi oppure applicate delle decorazioni acquistate già pronte attaccate semplicemente con delle gocce di cioccolato.

Insomma è sufficiente lasciare spazio alla fantasia…e vedrete riuscirete a realizzare uova davvero sorprendenti!

Scrivi un commento