Da 1 luglio 2009 0 commenti Leggi tutto →

La rivolta dei papà

ADV

E’ capitato a molte mamme: quando all’asilo si vede qualche papà che porta il proprio bambino e lo va a riprendere, tutti i giorni, ecco che in sottofondo si sente la frase: ‘Ma non ha un lavoro?‘ Dopo che per secoli ci si è lamentati del fatto che sono sempre e solo le mamme a doversi prendere cura dei propri figli, quando finalmente qualche papà lo fa, ecco che ci sembra strano.

La denuncia è stata fatta su un blog americano, daddytypes dal blogger Greg Allen, padre di due bambini, che racconta questa sua condizione di invisibilità agli occhi della società, ad esempio di come il pediatra sia abituato a rispondere sempre alle domande della moglie e quasi mai alle sue.

Stufo dunque di sentirsi ignorato ogniqualvolta la moglie è presente, ha descritto questa sua frustrazione su un post a cui hanno risposto moltissimi altri papà che si sono lamentati degli stessi problemi: chi racconta di come accompagnare alle feste i figli sia diventato insopportabile per lo stupore con cui sono osservati dalle mamme, e chi si lamenta del fatto che la società ritiene le mamme in grado di prendersi cura dei figli, dando in questo modo poca fiducia e sicurezza ai papà che invece di questa cura vogliono essere parte.

La situazione è molto cambiata nell’ultimo decennio, con i congedi parentali e la crescita, almeno negli Stati Uniti, degli stay at home dads ma la società non sembra avere ancora recepito questo cambiamento.

E i papà blogger si fanno sentire.

Postato in: Coppia, In famiglia, Moda
Tags:

Scrivi un commento