Da 5 maggio 2009 0 commenti Leggi tutto →

La sicurezza dei bambini in bicicletta: il seggiolino!

ADV

Qualche giorno fa vi ho parlato della giornata nazionale di Educazione alla bicicletta che si svolgerà in circa 200 città italiane il giorno 10 maggio! Oggi invece voglio parlarvi della sicurezza dei bambini in bicicletta. Io sono una di quelle persone che fortunatamente vive in campagna e dunque non devo combattere giornalmente con il traffico cittadino ma mi rendo conto, quando capito in città, che girare in bicicletta è davvero faticoso soprattutto per la mancanza, molto spesso, di piste ciclabili.

Con l’arrivo della primavera è piacevole spostarsi in bicicletta magari per accompagnare il nostro cucciolo all’asilo, per fare la spesa e perché no per una semplice passeggiata sempre nel rispetto delle norme (così come prevede l’ultima normativa europea EN 14344, in vigore dal 2005 anche in Italia) e muniti di seggiolino che va scelto in base al peso del bambino e mai usato prima degli otto mesi di età.

I seggiolini si dividono in 3 tipi:
fino a 15 chili, per i modelli che prevedono l’aggancio davanti, con il bambino che siede tra il manubrio e il ciclista con codice identificativo C15;
da 9 a 15 chili i seggiolini con codice A15 con aggancio sulla parte posteriore;
da 9 a 22 chili con codice A22 con aggancio sulla parte posteriore.
E’ importante sapere che il seggiolino anteriore va agganciato sul telaio della bici e non sul manubrio, per evitare pericolosi sbandamenti ogni volta che si sterza.

Il seggiolino oltre a garantire protezione su strada, deve essere sicuro ed omologato, cioè approvato da enti ufficiali che ne garantiscono l’affidabilità secondo le norme in vigore. Tutti i seggiolini omologati garantiscono una buona postura al bambino, devono avere lo schienale alto ed ergonomico, avvolgente fino alla testa; le cinture di sicurezza regolabili non facilmente apribili dal bambino e deve essere sostenuto da un sistema ammortizzante, in grado di attutire i colpi. Per tutela di occhi e delle vie respiratorie si può pensare di applicare un parabrezza agganciato al manubrio della bicicletta in modo da proteggerlo anche da insetti, ma soprattutto da smog e polveri.

Secondo il codice della strada, si può trasportare in bici un solo bambino per volta, quindi al bando le bici con seggiolino davanti e dietro. Non è vietato dalla legge, invece, agganciare alla bicicletta un carrellino per il trasporto di 2 bimbi (magari corredandolo di zanzariera, capotte impermeabile e cinture di sicurezza diventerebbe ideale per i tragitti più impegnativi) più i sacchetti della spesa, per un massimo di 50 chili.

Molta importanza riveste anche l’uso del casco che va scelto tra i modelli omologati caratterizzati dalla scritta En1078 e si acquista in base alla circonferenza della testa e non all’età. Ma per usarlo più a lungo si potrebbe optare per il modello universale che consente di regolare le dimensioni con la manopola posta sul retro.

Dunque mamme e papà cosa aspettate (sì…forse le belle giornate…) uscite in bicicletta con i vostri piccoli!!! E mi raccomando seggiolino e casco e via per una bella pedalata.

Per qualsiasi tipo di informazione visitate il sito della Fiab-onlus.

Immagini:
handynet.bz.it
culladelbimbo.it
glamsport.it
shplus.com
ebay.it
cgi.ebay.it

Scrivi un commento