Da 1 giugno 2009 5 Commenti Leggi tutto →

La varicella in gravidanza

ADV

Una donna su 10.000 approssimativamente si ammala di varicella in gravidanza: in Italia questo accade a circa 40-50 donne ogni anno. Se siete incinte, e sapete di non avere mai avuto la malattia, sarebbe bene evitare possibili fonti di contagio, in particolare durante il primo trimestre e nel periodo che va tra gli ultimi 5 giorni di gravidanza e i primi 2-3 giorni dopo il parto. Il virus può passare facilmente anche al feto tramite il sangue materno o il cordone ombelicale. La malattia può essere pericolosa per il feto solo nel primo trimestre, quando può divenire causa di embriopatia. Man mano che la gravidanza procede, la percentuale di rischio decresce progressivamente, per ritornare alta a termine della gravidanza. Se contratta negli ultimi 5 giorni infatti – o subito dopo la nascita – la malattia può manifestarsi nel neonato in maniera molto forte e grave.

In caso di esposizione nei periodi a rischio è indicata la somministrazione di gammaglobuline specifiche contro il virus varicella-zoster sia alla madre che al neonato, solo se l’esposizione è avvenuta in prossimità del parto.

Se invece il contagio avviene nel secondo o nel terzo trimestre, prima degli ultimi venti giorni dal termine, potete stare tranquille; sarà sufficiente monitorare il proseguimento della gravidanza con un’ecografia di routine. Trovate alcune indicazioni su come si manifesta la varicella e come si riduce il prurito causato dalle vescicole qui.

Va ricordato che il contagio avviene in genere per contatto diretto con la persona infetta, da 1 o 2 giorni prima della comparsa delle vescicole fino a 5 giorni dopo, e che la malattia si manifesta dopo un periodo di incubazione che può variare da 15 a 21 giorni.

In caso di dubbio, quando non sapete se avete già avuto la varicella o meno, potete accertare l’immunità con il dosaggio nel sangue degli anticorpi specifici per il virus varicella-zoster.

Immagine: kimicontrol.com

Blogmmamma.it è un sito a carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

5 Comments on "La varicella in gravidanza"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Maria scrive:

    Ciao Elisa, anch’io mi trovo nella tua stessa situazione…per favore mi dici com’è andata?

  2. nunzia scrive:

    Anch’io ho scoperto di avere la varicella, sono alla sedicesima settimana, e il dottore ha detto che non mi devo preocupare più di tanto. Però sarei felice se qualcuno mi aggiornasse di più sulla cosa….. e speriamo bene anche perchè è il mio primo bebè.

  3. dottornaddaf scrive:

    un bel blog – complimenti.

  4. Livia scrive:

    Le uniche cose che puoi fare sono stare tranquilla e sentire il tuo ginecologo, che potrà rassicurarti. Vedrai che sarà tutto a posto.
    Livia

  5. Elisa scrive:

    Salve, sono davvero disperata!
    Il giorno 30-06-09 ho scoperto di essere incinta, il problema è che ho contratto la varicella e adesso non so bene cosa rischio!
    L’ultima mestruazione l’ho avuta il 22-05-09 ed il presunto contagio della varicella è avvenuto il 06-06-09 infatti sia io che mia figlia di un anno il 21-06-09 abbiamo avuto i primi sintomi della malattia. Aiutatemi vi prego ho una paura incredibile!!!!!!!!

Scrivi un commento