Da 30 aprile 2009 0 commenti Leggi tutto →

Laetitia Casta: nuovamente incinta, discriminata sul lavoro 3 anni fa

ADV

Laetitia Casta, felicemente in attesa del suo terzo figlio (la prima è Sahteen, nata nel 2001 da una precedente unione, il secondo, Orlando, nato nel 2006 dall’attuale compagno Stefano Accorsi), ha dichiarato di essere stata discriminata sul lavoro nel corso della sua ultima gravidanza. In attesa di Orlando, infatti, l’attrice aveva tranquillamente detto alla regista del film al quale doveva prendere parte che era incinta, e la donna le aveva risposto che poteva considerarsi “fuori” dal film.

Dato che la polizza assicurativa per una donna incinta sul set costa di più, molte attrici si trovano costrette a nascondere la gravidanza, finché possono, per poter lavorare – denuncia la Casta.

Così ha fatto lei nell’ultimo fim a cui ha preso parte, sulla vita di Serge Gainsbourg, nel ruolo della giovane Brigitte Bardot: l’impegno era solo di 5 giorni, la sua gravidanza ancora all’inizio, e quindi l’attrice ha accettato e ha dichiarato di essere incinta solo al termine delle riprese. L’esperienza sul lavoro con la precedente gravidanza le era stata sufficiente.

A Brigitte Bardot l’inizio della carriera cinematografica costò un aborto. Laetitia Casta, che porta avanti la sua terza gravidanza con orgoglio, dichiara sul prossimo numero di Vanity Fair di non temere di essere dimenticata, quando si assenterà dalla scena cinematografica per accudire l’ultimo nato. Sono passati più di 50 anni da quando la Bardot dicciottenne scelse di interrompere la gravidanza, ma ancora esistono per le donne in attesa molte difficoltà nel mondo del lavoro, anche in quello dello spettacolo.

Noi siamo tutte con Laetitia Casta, che con la sua leggerezza ci ha messo di fronte a una realtà che risulta difficile da accettare.

Immagine: www.poster.net

Scrivi un commento