3 cose da fare quando si scopre di aspettare un bambino

cose da fare quando si scopre di aspettare un bambino

Vi siete accorte di avere un ritardo del ciclo mestruale? Avvertite alcuni segnali tipici dell’inizio della gravidanza, come gonfiore, indolenzimento del seno e nausea?
Ebbene, se non l’avete ancora fatto, correte alla farmacia più vicina per acquistare un test di gravidanza e godetevi questo momento di grandissima emozione.
In questo post daremo per “scontato” che la gravidanza sia un momento di gioia e il coronamento di un sogno di una coppia innamorata, che viene vissuta con tanta tenerezza e cura per la futura mamma.
Nonostante ci si informi in continuazione sul web e tra la cerchia di amiche più strette su cosa fare quando ci si accorge di aspettare un bambino, quando arriva il momento non si sa mai quali siano realmente gli step da affrontare.

3 cose da fare quando si scopre di aspettare un bambino

Come abbiamo appena anticipato la prima cosa da fare è sicuramente eseguire un test di gravidanza. In commercio ne potete trovare di ogni tipo, da quello più semplice che comunica il risultato con delle stecchette colorate a quelli più evoluti che non solo vi comunicano con una scritta se siete o meno incinte ma vi dicono anche indicativamente da quante settimane.
E ora che fare? Naturalmente intendiamo cosa fare oltre che immortalare il risultato del test con lo smartphone oppure saltare di gioia per tutta la casa con il proprio compagno.
Ok, prima di iniziare con il toto nomi è preferibile procedere con degli accertamenti e prendere degli accorgimenti che aiuteranno il bambino e la futura mamma.

  1. Rivolgersi al medico di base e farsi prescrivere le prime analisi del sangue e delle urine. Queste analisi servono per per capire tempestivamente se si è immuni a malattie come la toxoplasmosi, che possono essere pericolose se contratte in gravidanza. Vi verranno prescritti anche i classici esami di emocromo, glicemia, il gruppo sanguigno e HIV. È probabile invece che non vi venga prescritto l’esame delle Beta HCG, perché oramai i test di gravidanza sono diventati molto attendibili e sicuri.
  2. Non è necessario avere fretta di fare una visita ginecologica. Infatti, prima della settimana settimana circa è molto probabile che dall’ecografia sia visibile pochissimo e non si riesca a sentire il battito del feto. Questo potrebbe portare ansie e preoccupazioni inutili ai futuri genitori.
  3. Cominciare a tenere uno stile di vita più sano ed equilibrato. Evitare di bere alcool e naturalmente per le fumatrici è arrivata l’ora di mettere da parte le sigarette per la salute del bimbo e della propria.

Per chi non avesse cominciato già prima della gravidanza, è importante che la futura mamma prenda l’acido folico. L’assunzione di queste vitamine può scongiurare il manifestarsi di anemia e ridurre il rischio di gravi malformazioni fetali, come i difetti del tubo neurale (tra cui spina bifida, anencefalia e encefalocele) ed altre malformazioni, in particolare alcuni difetti congeniti cardiovascolari, malformazioni delle labbra e del palato (la biopalatoschisi), difetti del tratto urinario e di riduzione degli arti.

LEGGI ANCHE: L’acido folico in gravidanza, prima è meglio!

E ora che sapete quali sono i primi passi da fare dopo aver avuto la lieta notizia, affidatevi al vostro ginecologo di fiducia e seguite le sue indicazioni per vivere al meglio questa meravigliosa esperienza!

Scrivi un commento