Le mamme blogger sono ecologiche

ADV

Le mamme cercano di scegliere il meglio per i loro figli, e per questo sono molto attente alla salute e all’ambiente che le circonda. Le mamme blogger fanno lo stesso, ma in più lo raccontano sui loro blog, diventando quasi delle portavoce di un movimento sull’ecosostenbibilità che negli ultimi anni sta prendendo sempre più piede.

Ecco perché, oltreoceano, sono diventate oggetto di interesse per il marketing, che le ha ribattezzate ‘green-mom bloggers’ ossia mamme blogger che sono talmente interessate agli stili di vita ecosostenibili, da diventarne attraverso i loro blog delle vere e proprie evangelizzatrici.

La trasformazione in eco mamme sembra essere frutto di tanti fattori, dalla crisi economica in atto, alla necessità di risparmiare, fino al desiderio di condurre uno stile di vita sano e rispettoso dell’ambiente di facile condivisione con altre mamme attraverso il boom dei social network.

E qui arriva l’interesse del marketing, sono infatti le blogger che documentandosi sui prodotti ecologici da usare, ne parlano poi diffondendo marchi e notizie attraverso la blogosfera, scambiandosi opinioni e facendo il tanto desiderato buzz marketing. Le eco mamme sono divise in super greens, ovvero quelle che hanno scelto di vivere in maniera biologica totalmente: usando pannolini lavabili e acquistando solo prodotti organici, e le eco moderate che sono per ora solo molto interessate all’argomento, ma non hanno cambiato di molto lo stile di vita.

In Italia le green mom sono ancora un fenomeno di nicchia all’interno della blogosfera, ma l’attenzione si sta diffondendo a vista d’occhio, forse anche per la crisi economica che ha  coinvolto il nostro paese.

7 Comments on "Le mamme blogger sono ecologiche"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Anche io non so come collocarmi, sono molto interessata ai temi, proprio da quando mamma, ma allo stesso tempo troppo legata alle comodità del nostro tipo di società. certo è che lo spirito critico mi è notevolmente cresciuto, cerco di prendere la macchina il minimo indispendabile e sono molto curiosa di conoscere stili di vita diversi… piano piano la mentalità cambia, ne sono certa.

  2. Laura scrive:

    presente! solo che tra supergreen e ecomoderata non riesco a collocarmi! è vero che dopo aver scelto di usare i pannolini lavabili poi mi si è aperto un mondo di scelte ecologiche, che ho trovato non solo possibili ma anche semplici, praticissime ed economiche. Nell’alimentazione, poi, di fronte alla salute dei bambini, non si guarda certo al 30% in più che si spende al supermercato biologico! Ma non pretendo certo di essere”eco” al 100%, non fosse altro che perché… uso anche la macchina… 🙁

  3. claudia scrive:

    La cosa bella dell’essere attenti all’ambiente è che in molti casi si finisce pure per risparmiare soldi! 🙂

    • Livia scrive:

      Non saprei, in certi casi forse sì (nel senso che magari si spende di più ma per un minor numero di prodotti), però nel complesso secondo me si spende di più.

      • Ci sono però tante abitudini “ecologiche” che fanno risparmiare..
        Per esempio la riduzione dell’uso di detersivi e additivi vari, soprattutto quelli “consigliati dalle migliori marche di lavatrici…” che in genere possono essere sostituiti da sale o aceto…
        Per le pulizie di casa si possono usare aceto o bicarbonato. con ottmi risultati e poca spesa. I pannolini lavabili all’inizio sono un esborso, ma fanno riaprmiare, così come le stoviglie vere e non di plastica e i tovaglioli/fazzoletti di stoffa.
        Poi ci sono i magici stracci in microfibra di cui si è già parlato – continua

  4. Livia scrive:

    Certo, anche a me è successa la stessa cosa con la nascita dei figli.

  5. vero, ero attenta all’ambiente anche prima, ma da quando è nato mio figlio lo sono molto di più, se gli lasciamo un mondo completamente distrutto tutto il resto non ha senso, no?

Scrivi un commento