Da 27 gennaio 2010 11 Commenti Leggi tutto →

Le mamme di Mammacheclub a “La vita in diretta”

ADV

Ebbene sì care lettrici! Avete letto bene! Domani (Giovedì 28 gennaio) due mamme di Mammacheclub, il Social Network fatto dalle mamme, un luogo virtuale dove ogni giorno si incontrano, si confrontano, fanno amicizia, si scambiano consigli e qualche volta si beccano anche, saranno ospiti alla trasmissione di Rai Uno, “La vita in diretta”, dove ci racconteranno la loro esperienza di mamme ma soprattutto della loro scelta di essere mamme a tempo pieno per poter seguire figli, casa e famiglia!

Le mamme in questione sono Gorizia e Patrizia. Patrizia sarà presente in studio ed intervistata in diretta mentre Gorizia ci mostrerà una giornata tipica di una mamma a tempo pieno. Ora vediamo come si raccontano su Mammacheclub:

Gorizia

“Sono una mamma casalinga orgogliosa di esserlo perchè in questo modo riesco a dedicarmi alla famiglia senza arrivare a fine giornata isterica e riuscendo quindi a dedicare alle mie figlie tempo di qualità, visto che sono molto più serena e rilassata!!! Un po’ apprensiva a dire di mio marito! Anche un po’ stressata perché le mie bambine sono terribili…ma in fondo bellissime!”

Patrizia

“Sono casalinga per scelta perchè è il mio primo bambino e vorrei godermelo in ogni momento della giornata”.

Benchè i progressi dei diritti femminili abbiano incoraggiato molte donne a entrare nel mondo del lavoro e ad acquisire posizioni sempre più importanti, ogni anno moltissime donne, per una lunga serie di motivi, scelgono di lasciare il lavoro per diventare mamme a tempo pieno.

Infatti, recenti sondaggi hanno mostrato che sempre più donne decidono di rimanere a casa, e non per mancanza di istruzione o di possibilità. Molte lo fanno perché, semplicemente, non vogliono perdere l’opportunità di crescere i propri figli. Gorizia e Patrizia ne sono due esempi.

Dunque in attesa di vederle raccontare a “La vita indiretta” la loro scelta raccontateci la vostra esperienza! Anche voi siete mamme che hanno deciso di lasciare il lavoro per seguire i propri figli e dedicarsi alla famiglia? O, per necessità o per piacere, avete deciso di tornare al lavoro?

Immagini:
images.com by Image Source
images.com by Design Pics

11 Comments on "Le mamme di Mammacheclub a “La vita in diretta”"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Paola scrive:

    Ti assicuro che è arrivato!!!! 😉

  2. maruska scrive:

    grazie a tutte per il sostegno e scusate il ritardo nella risposta ma mi collego solo dal lavoro e quando posso. Vi mando un abbracione sperando che possa arrivare come reale e non solo virtualmente.
    grazie ancora

  3. Paola scrive:

    Ciao a tutte!! Leggo solo ora dei commenti perchè ero al lavoro 😉 Maruska …. come dice Marianna non esistono Mamme di serie A o B siamo mamme, ognuna di noi fatta a modo proprio (e meno male, altrimenti sai la noia!!!!)…, con esigenze diverse l’una dall’altra ed idee diverse! Personalmente sono una di quelle mamme che ha cresciuto due figli da sola, lontana km dalla famiglia e dagli affetti…solo io e mio marito…con le nostre forze!!! Quando crescevo Michele lavoravo 8,9,10 ore al giorno…(ricoprivo un ruolo di responsabilità) e non ti nego che mi piaceva, ma allo stesso tempo mi devastava psicologicamente l’idea di non poter seguire ogni momento del mio ometto soprattutto quando la baby sitter mi raccontava i suoi progressi!!!…ma ho stretto i denti e sono andata avanti…fino a che qualcuno più in alto di noi non ha deciso che era arrivato il momento per una seconda gravidanza! Felici e perplessi abbiamo cominciato a pensare al da farsi…insomma per farla breve..sono rimasta a casa dopo la sua nascita!!! Ho cominciato a fare la mamma a tempo pieno, a seguire i miei due marmocchietti ero lì solo per loro, la casa, il marito per la famiglia insomma!!!! Ma onestamente nonostante gli enormi sforzi del marito, che si è accollato completamente la parte economica della famiglia lavorando anche nei fine settimana…ci siamo resi conto che forse…ora che la piccola ha quasi 3 anni…fosse arrivato il momento di rimettermi in pista!!!! E’ così è stato…è da poco che ho ripreso (part time..ma con la posibilità che diventi un full time) a lavorare… sono stata fortunata perchè ho molta disponibilità di orario e un buona retribuzione… e non ti nego che la cosa mi ha resa felicissima… Non che io non stessi bene nel ruolo di mamma/casalinga…anzi..ma il tornare a mettermi in discussione anche come donna…mi elettrizza! Mi riempie di soddisfazioni e non per questo io mi sento mamma di serie B anzi!!! I miei piccoli ora sanno che mamme c’è in alcune ore della giornata e quelle ore sarà con loro e Blogmamma 😉
    Ognuna di noi fa quello che può per far crescere sereni i propri bambini e per me questa è la cosa più importante! Un abbraccio!

  4. angela ercolano scrive:

    cara maruska mi sento anch’io di dirti due parole, hai ragione noi mamme che non “dobbiamo” lavorare (io solo part-time) siamo delle privilegiate non per questo devi sentirti da meno tu che devi lavorare tutto il giorno, e poi non sarebbe giusto lasciare il club, ci vuole un parere contrastante 😉
    a me è successo di sentirmi una mamma di serie b quando ho partorito col cesareo, avrei tanto voluto il parto naturale, ma poi capisci che non è questo che ricorderanno di te i tuoi figli, loro non sanno quanto tempo dedichi a loro, almeno quando sono piccoli, ma “sanno” le cose che hai fatto per loro…mio figlio a scuola ha detto che è felice quando fà i lavoretti con la sua mamma e io mi sono commossa fino alle lacrime, basta anche solo un’ora ben spesa per fare felici i nostri figli un abbraccio

  5. maria incaldana scrive:

    maru, come ti ho già detto io ti ritengoun ottima mamma, e nn credo x niente che tu e le mamme che lavorano sono mamme di serie b…..anzi ti ammiro e ti stimo, x tutto quello che fai x i tuoi figli x dar loro una vita migliore….un grandissimo bacione,e nn pensare di lasciare il sito…..

  6. maruska scrive:

    ciao jolanda, beh come sempre hai ragione, ma sai a volte quando ti pungono nel vivo reagisci e anche male.Tu conosci un pò la mia storia e miei problemi, quindi credo che hai compreso il perchè della mia reazione.
    Mi scuso ancora se ho detto cose poco gradevoli, ma l’ho fatto solo perchè voglio difendere quello che quotidianamente con tanta fatica cerco di fare per i miei figli.
    Un abbraccio di vero cuore

  7. jolanda scrive:

    Ciao Maruska, ho seguito le vostre discussioni anche su MammacheClub e vorrei dirti solo una cosa: ogni mamma è la mamma migliore per i suoi figli. Questa e’ la sola ed unica cosa importante. Non ha importanza in fondo se una sta a casa, se lavora per scelta o perche’ lo deve fare… L’importante e’ mettercela TUTTA per far crescere i bambini sereni e felici. Credimi, solo questo conta.
    Poi e’ vero, esistono mamme che, prese dal nuovo ruolo materno, pensano di sapere tutto o criticano chi fa scelte diverse dalle loro… Ma la vita e’ questa, “tante teste, tante idee”, come si dice…
    Non bisogna prendersela, ma solo cercare di fare del proprio meglio.
    Te lo dice una mamma che lavora, come te, che e’ piena di dubbi tutte le volte che deve fare una scelta, ma che e’ sicura che meglio di cosi’ non puo’ fare!
    😉
    E non abbandonarci sul Club, dai! Le discussioni alla fine ci tengono vive. L’importante e’ sempre aver rispetto degli altri…

  8. maruska scrive:

    Mi ritrovo a scrivere anche qui e non avrei mai pensato di farlo perchè ultimamente in mmc ci sono solo discussioni su questo argomento. Non sto qui a raccontare la mia storia perchè sarebbe molto lunga e noiosa ma solo per dire come la penso. Rispetto molto la scelta delle mamme che rimangono a casa e anche io potendo lo farei, e sono molto contenta di poter vedere due belle persone come sono Gorizia e Partizia in tv che raccontano le loro esperienze, ma ultimamente nel club sembra che chi lavora come me sia una mamma di serie b e questo non lo digerisco, sopratutto perchè Marcella deve necessariamente portare anche una discussione sulle pappe ( tanto per fare un esempio) su questo argomento, predicando verità assolute e libri di psicologia. Sinceramente visto che io non sono nessuno per voi, ma sono tutto o quasi per i miei figli, preferisco tornarmene nel mio mondo reale a confrontarmi con chi cerca di essere una buona mamma nonostante tutto.

    • Marianna scrive:

      Ciao Maruska,
      mi spiace che tu abbia avvertito questa senzazione: non esistono mamme di serie a e di serie B!!!

      Ognuna di noi è unica e di conseguenza, avrà un modo unico di essere mamma, nè peggiore nè migliore di un’altra, questo è certo, almeno a mio parere 🙂

      Inoltre, non è vero che “non sei nessuno” per noi, anzi, queste tue parole sono sicura che serviranno a molte come spunto di riflessione. E per questo ti ringrazio

      M

      • maruska scrive:

        grazie marianna di avermi risposto, questo è solo un mio sfogo perchè ultimamente l’argomento è diventato parte predominante del forum e anche condividendo tutte le scelte, non sopporto le persone che invece di fare critica costruttiva puntano il dito e basta. Io rispetto molto e come ho detto ammiro tutte quelle mamme che possono stare a casa e sicuramente non mi perderò la trasmissione anche se le dovrò guardare dall’ufficio, perchè mi interessa l’argomento e perchè so che le due mamme esprimeranno solo il loro punto di vista senza accusare nessuno, e colgo l’occasione per far loro un immenso in bocca al lupo.
        Grazie ancora

Scrivi un commento