Le ricette della fertilità tutte in un libro

ADV

lericettedellafertilita

Conoscere e praticare le ricette della fertilità può essere molto importante e utile.

L’ebook

L’ebook “Le ricette della fertilità” scaricabile qui  spiega come funziona il complesso meccanismo ormonale che regola la fertilità maschile e quella femminile e come l’alimentazione possa  influire positivamente su di esso.

le ricette della fertilità

Perché leggerlo

L’obiettivo di questo libro è dare alle coppie strumenti e risposte utili per riscoprire attraverso gustose e salutari ricette, quel benessere generale che deriva da uno stile di vita sano.

Suggeriamo la lettura di questo ebook a tutte le coppie alla ricerca di un figlio e quanti uomini e donne vogliono riscoprire il valore di una sana e corretta alimentazione.

Le autrici

L’ebook è stato scritto a sei mani da tre esperte del settore:

  • Elena Crestanello, biologa e  creatrice del portale web PeriodoFertile.it, dedicato alla gravidanza che ha analizzato nel primo capitolo i meccanismi alla base della fertilità dell’uomo e della donna;
  • Cecilia Verga Falzacappa, nutrizionista si è dedicata alla scrittura del secondo capitolo in cui si esplorano i principi della nutrizione e in particolare all’influenza del cibo e di un corretto stile di vita sul nostro equilibrio ormonale;
  • Natalia Catalani,  cuoca e sostenitrice della convivialità si è occupata del terzo capitolo reinventando le ricette base della cucina italiana e introducendovi elementi dimenticati come i cereali integrali e qualche accostamento inedito e sorprendente. Perché il benessere personale e della coppia passa anche da prendersi cura di sé con gioia e piacere.

L’intervista

Per farci parlare del libro abbiamo intervistato Elena Crestanello, una delle autrici.

Elena Crestanello

@ Roberta Garofalo Photography

Da cosa nasce l’idea di questo libro?

L’idea nasce più di 3 anni fa. Per  lavoro e per tenermi aggiornata  leggo diversi articoli scientifici e ho notato che c’erano sempre più prove supportate da evidenze concrete che sottolineavano l’importanza dell’alimentazione non solo per mantenere uno stato di buona salute in generale  ma anche per favorire la fertilità e una gravidanza fisiologica. Ciò che mangiamo prima e durante la gravidanza  ha un impatto molto forte anche sulla salute del bambino che daremo alla luce.

Per tale motivo ho iniziato a cercare tra gli esperti che conosco, chi fosse interessato a partecipare alla realizzazione di questo piccolo manuale che avrebbe dovuto avere una parte teorica chiara ed esaustiva  sul tema fertilità e sul perchè gli alimenti interferiscono con la capacità di avere un bambino.

Ciò che lo rende diverso dagli altri libri di questo genere è una ricca parte di ricette che mette letteralmente in pratica ciò che viene spiegato nella parte introduttiva.

Se si cerca in giro quali sono gli alimenti che favoriscono la fertilità quasi sempre ci troviamo davanti a un elenco di elementi nutrizionali e a percentuali.

Ma in soldoni cosa dobbiamo portare in tavola?

Abbiamo cercato di dare tutte le risposte in questo libro che ha preso vita grazie alla collaborazione di  Natalia Cattelani maestra di cucina e la dott.ssa Cecilia Verga Falzacappa.

Alimentazione e fertilità quanto incidono i cibi

La fertilità è governata da tanti fattori e, come spieghiamo nel libro, alcuni non sono controllabili. Fortunatamente ci sono impedimenti nella ricerca di un bambino su cui possiamo giocare un ruolo da protagonisti, come ad esempio alcuni squilibri ormonali  dovuti a uno scorretto stile di vita che sono più diffusi di quanto possiamo immaginare. Nella fertilità gli ormoni giocano un ruolo fondamentale e l’equilibrio ormonale è influenzato da ciò che mangiamo.

Quello che portiamo in tavola inoltre ha un impatto su larga scala sulla nostra salute in generale, quindi l’occasione della ricerca di un bambino  va presa al balzo anche per cominciare a volersi più bene adottando un nuovo e salutare stile di vita che avrà effetti positivi a lungo termine.

I cibi fertili quali consiglieresti alle nostre lettrici?

Non esiste un unico cibo fertile, esiste invece una combinazione di alimenti che aiutano a stare bene e a favorire la salute riproduttiva. La dieta mediterranea ad esempio è un ottimo punto di partenza in quanto ricca di frutta e verdura, ma non solo.

Ci sono poi una serie di oligoelementi ( ad esempio ferro, selenio e zinco) che introdotti nella propria dieta attraverso determinati alimenti possono contribuire a migliorare la fertilità maschile e femminile.

Per i cibi e le ricette,  le schede informative sugli alimenti e le loro proprietà vi rimando al libro. Nel frattempo vi consiglio di evitare  i carboidrati e gli zuccheri raffinati e i grassi . Questi vanno sostituiti nella propria dieta con i pari salutari tra cui i cereali integrali, ricchissimi di proprietà e che finalmente negli ultimi tempi stanno diventando protagonisti delle nostre tavole

Un consiglio a una donna che vuole rimanere incinta

Quando si decide di allargare la famiglia, consiglio sempre di fare un controllo ginecologico nel quale il medico valuterà lo stato di salute riproduttivo e consiglierà l’assunzione acido folico.

Ovviamente se la donna è una fumatrice dovrebbe smettere prima possibile di fumare e se sovrappeso dovrebbe cambiare stile di vita.

Alimentazione bilanciata  e corretta attività fisica vanno a braccetto nel favorire lo state di salute in generale oltre a quello riproduttivo. Tutto ciò  che abbiamo detto vale anche per l’uomo.

E’ molto importante, come spiego nel libro, imparare a conoscere il proprio corpo e i segnali della fertilità che una volta appresi aiutano tantissimo anche nel capire se ci sono impedimenti alla gravidanza.

Ovviamente non deve mancare la serenità dato che l’ansia  è una cattiva compagnia.

In genere la gravidanza arriva entro 4-5 mesi di tentativi mirati.

Se la donna ha meno di 36 anni i primi accertamenti di approfondimento  alla coppia vengono chiesti dopo almeno un anno di tentativi andati a vuoto.  Periodo di tempo  che scende a 6 mesi se la donna ha più di 36 anni.

 

 

Scrivi un commento