Libri per ragazzi: l’insalata era nell’orto

ADV

I bambini delle scuole elementari di Villazzano, un paese in provincia di Trento, per un paio di ore a settimana dedicano cure e attenzioni all’orto della loro scuola seminando, zappando e raccogliendo i frutti del loro impegno. Tutto questo grazie alla loro maestra, Nadia Nicoletti, che da quindici anni propone il progetto di orti scolastici nelle scuole in cui insegna.

I segreti e l’esperienza maturata Nadia li ha raccolti in un libro, L’insalata era nell’orto, edito da Salani, pensato e scritto per i bambini e per le loro maestre, ma che ha avuto un grandissimo successo anche e soprattutto tra i ‘grandi’ con il pallino del biologico e naturale. Tanto da essere giunto alla quarta ristampa da febbraio ad oggi.

C’è stato anche un pizzico di fortuna che ha accompagnato il successo di questo libro e cioè il clamore mediatico provocato dall’orto alla Casa Bianca inaugurato da Michelle Obama lo scorso marzo, che ha certamente preparato il terreno a un argomento diventato di tendenza negli ultimi tempi anche da noi in Italia.

Ma va bene anche la moda”, dice Nadia, “se serve a diffondere una cultura di riscoperta della natura, soprattutto tra i bambini, abituati sempre più a un sapere nozionistico e sempre meno a uno affettivo”.

“I bambini”, ci spiega Nadia, “hanno bisogno di un sapere unitario, con l’orto si può insegnare la storia, scoprendo quando e come alcuni ortaggi sono arrivati da molto lontano nel nostro paese, o la geometria, quando si divide l’orto in settori per dare il giusto spazio a ogni piantina e soprattutto si impara la ciclicità della natura: i semi crescono, fioriscono, fruttificano e poi ritornano per essere seminati la stagione successiva”.

1 Comment on "Libri per ragazzi: l’insalata era nell’orto"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. Livia scrive:

    Grazie per la segnalazione, non conoscevo il libro, lo cercherò sicuramente.

Scrivi un commento