Da 22 novembre 2009 0 commenti Leggi tutto →

Malattie esantematiche: la sesta malattia

ADV

La sesta malattia è definita così perché rappresenta il sesto esantema infettivo descritto in medicina, è detta anche “esantema critico” e colpisce i bambini di età compresa tra i 6 mesi e i 2 anni. E’ causata da un virus della famiglia degli Herpes chiamato Herpes Virus Umano tipo 6, che penetra attraverso naso e gola.

Il periodo di incubazione è in media di 9 giorni, poi la malattia inizia con febbre elevata (39°C – 41°C) e quasi sempre senza nessun altro sintomo di accompagnamento. La sesta malattia è scarsamente contagiosa. Dopo i 3-4 giorni, in corrispondenza della scomparsa della febbre, compare un’eruzione cutanea che interessa prima il tronco e il collo e successivamente il viso, le braccia e le gambe, scomparendo nel giro di poche ore, al massimo in 1-2 giorni.

Le manifestazioni cutanee hanno l’aspetto di macchioline grandi come capocchie di spillo, di colore rosa pallido, a volte lievemente rilevate, simili a quelle della rosolia ma che, solitamente, non provocano prurito.

Per la sua cura il pediatra può prescrivere un antipiretico a base di paracetamolo per abbassare la febbre. L’alimentazione, invece, deve essere molto liquida, al fine di far reintegrare al piccolo i liquidi e i sali minerali persi con la febbre. La sesta malattia può dare complicazioni come convulsioni nei bambini predisposti e con febbre molto alta non trattata adeguatamente con i farmaci. Purtroppo anche per questa malattia così come per la scarlattina non esistono vaccini.

Immagini:
infotalia.com
i-love-babyz.skyrock.com
it.wikipedia.org

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento