Mamma che buono! Ricette per riconciliare i genitori con i pasti dei loro figli

ADV

mamma che buono rosita ghidini

In Italia un bambino su tre è in sovrappeso, e il 18% degli adolescenti soffre di anoressia. In un panorama in cui, vuoi per il poco tempo a disposizione delle mamme che lavorano vuoi per le abitudini ormai cambiate, pare difficile riuscire a seguire una corretta alimentazione, come fare per riconciliare la famiglia col cibo? Già, perché l’educazione dei figli a una dieta sana e varia passa innanzitutto attraverso quella dei genitori.

Lo sostiene Rosita Ghidini Bosco nel suo libro Mamma che buono!, edito da Vallardi, che insieme a tantissime ricette semplici e gustose, e mai banali, fornisce preziosi consigli pratici per far mangiare di tutto ai bambini e guidarli nell’alimentazione proprio come si fa in qualsiasi altro aspetto della loro vita. Il segreto? Naturalmente essere armati di una santa pazienza, buon senso e fiducia in se stessi.

Educare i piccoli al buon gusto e al piacere di una cucina salutare è un’esigenza forte della nostra società, e il libro, in linea con le campagne lanciate dal Ministero della Salute, dalla Società Italiana Pediatria e dal Ministero delle Politiche Alimentari e Forestali, intende proprio rispondere a questa necessità: combattere i disturbi alimentari che colpiscono in primis bambini e giovani.

La stessa autrice, blogger di mammachebuono.wordpress.com e appassionata di cucina, collabora con riviste specializzate e ha due figlie che è riuscita a far diventare “buongustaie” in grado di mangiare qualsiasi cosa e di apprezzare il cibo sano. Il suo metodo parte da alcune convinzioni di fondo:

  • i bambini sani possono mangiare di tutto;
  • è sbagliato rincorrere i figli per farli mangiare: per apprezzare il cibo devono avere fame;
  • il cibo che la mamma dà al piccolo deve piacere anche a lei;
  • è compito dei genitori educare i bambini alle buone abitudini alimentari;
  • devono essere prima di tutto i genitori a dare il buon esempio e a seguire la stessa buona educazione alimentare;
  • le mamme devono sopravvivere!

Suddiviso in 7 capitoli che seguono la crescita del bambino dai 6 mesi ai 14 anni e che lo accompagnano progressivamente verso nuove esperienze culinarie, Mamma che buono! è ricco di ricette tradizionali o rielaborate secondo recenti tendenze nutrizionali, e di suggerimenti che riguardano l’uso delle mani e delle posate, il coinvolgimento dei piccoli nella spesa o nel cucinare, testardaggine e buone maniere a tavola, cibo consumato fuori casa e cibo-spazzatura.

Insomma, più che un libro di ricette quasi una guida pratica per mettersi a tavola tutti insieme con gioia e serenità, riscoprendo il piacere della condivisione di uno stile di vita più salutare.

Scrivi un commento