Mamme e blog: si o no allo sponsor?

ADV

Che cos’è un blog per una mamma? Una forma per condividere gioie e dolori della maternità? Una via per stringere nuove amicizie e sentirsi meno sole mentre si cambiano pannolini e si preparano pappe? Un angolo un po’ autocelebrativo che  faccia sentire importanti anche se le occhiaie da stanchezza incombono e si passano le giornate a parlare con Winnie the Pooh, Hallo Kitty e Cricchetto? Un orticello da coltivare, far crescere e vedere produrre sostenitrici, commenti e fee? Una fonte di guadagno?

Sono tantissimi i mommy blogs che hanno preso piede in rete e che vengono regolarmente seguiti oltre che da numerosi fans, anche da aziende interessate a questa nuova cassa di risonanza per i loro prodotti.

Le aziende più attente non si sono fatte scappare l’occasione e ormai da anni corteggiano i blog più famosi con proposte di sponsorizzazioni tramite banner, omaggiando prodotti nuovi da far testare e recensire, offrendo partecipazioni ad eventi creati ad hoc.

E il mondo dei blog come reagisce? Sostanzialmente con due scuole di pensiero diverse:

  • quella del no ad ogni forma di pubblicità, e magari avrete visto qualche blog con il logo adv-free. Il blog vuole essere lo specchio di chi lo scrive e non deve essere falsato da incombenze di marketing.
  • quella che è disposta ad aprire agli sponsor e alle loro strategie di marketing, tentando in questo modo, di avviare con il blog una forma di guadagno alternativa e magari un’attività che permetta di conciliare meglio lavoro e maternità.

La questione è se si perda o meno di credibilità e di genuinità accogliendo nel proprio blog una qualche forma di pubblicità.

Nel mio piccolo, pur non essendo una vera e propria mommy blogger e frequentando soprattutto i food blog (dove si trovano le stesse scuole di pensiero), mi sento di sostenere in pieno quello che afferma in un post del suo blog Jolanda. Penso che la pubblicità, la recensione del prodotto, possano tranquillamente abitare nei blog, l’importante è che siano coerenti rispetto a chi scrive.

Voi cosa ne pensate? Vi danno fastidio le pubblicità quando leggete le peripezie delle vostre mamme preferite? Se volete approfondire l’argomento o dare la vostra opinione, partecipate anche voi alla tavola rotonda che si terrà all’interno della Fiera Fa la Cosa Giusta sabato alle ore 15 (piazza Blogger). L’incontro sarà moderato da Barbara Siliquini di Genitori Channel e Giuseppe Lanzi di Sisifo di ComunicAZIONE StratETICA.

Vi aspettiamo!

2 Comments on "Mamme e blog: si o no allo sponsor?"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. BonzoMamma scrive:

    Se la presenza di uno o più sponsor è dichiarata in maniera trasparente non ci vedo nulla di negativo, esempi come mammafelice o jolanda indicano un’opportunità di “conversazione” con le aziende o i brand altrimenti impossibile per evidenziare quali siano le reali esigenze delle mamme come target di consumatori.

  2. Io sono per il si purchè sia trasparente

Scrivi un commento