Da 22 gennaio 2010 4 Commenti Leggi tutto →

Mangiare e bere durante il travaglio, ora si può!

ADV

Il travaglio è una tappa importante della gravidanza, si avvicina il momento in cui la futura mamma stringerà per la prima volta il suo bambino. Un emozione unica! Ma è anche il momento più temuto da ogni donna in attesa, in quanto il travaglio può durare anche moltissime ore e molto spesso la tensione aumenta perchè in quasi tutti gli ospedali è di rigore non far mangiare nè bere la futura mamma durante il travaglio. Il timore da cui nasce questo comportamento medico é che insorgano complicazioni durante il parto e la donna debba andare incontro ad anestesia totale, per cui avere lo stomaco pieno può essere pericoloso.

Ma ecco che in soccorso delle donne in travaglio arriva uno studio del gruppo Cochrane, condotto da Mandisa Singata, dell’East London Hospital Complex in Sudafrica, che afferma che durante l’ultima fase della gravidanza si può sia mangiare che bere, sempre che non ci siano complicazioni che fanno presupporre un parto con anestesia totale.

Nel lavoro i ricercatori si sono concentrati però solo sui casi “di routine”, ovvero su parti di gestanti senza o con poche complicazioni, e quindi con bassa probabilità di dover essere sottoposte ad anestesia. Va considerato, inoltre, che moltissimi cesarei sono praticati con anestesia locale e quindi anche in questo caso il pericolo da “stomaco pieno” sarebbe remoto. Per questi casi mangiare e bere dunque risulta una pratica del tutto indifferente, senza né rischi né benefici, per l’esito del parto.

Quindi, concludono gli esperti, in questi casi sarebbe bene far decidere la donna se vuole mangiare o bere, in attesa che il neonato venga alla luce. Pertanto ulteriori ricerche sono necessarie prima di fornire raccomandazioni specifiche.

E voi care mamme, avete avuto un travaglio lungo? L’ospedale vi ha permesso di mangiare e bere? Raccontateci la vostra esperienza!

Immagini:
images.com by Design Pics
images.com by Stock Connection
images.com by José Ortega

4 Comments on "Mangiare e bere durante il travaglio, ora si può!"

Trackback | Commenti RSS Feed

  1. viviana scrive:

    sono d’accordo che quando sei in travaglio non ti venga poi tanta voglia di mangiare ma almeno bere…io ho partorito in agosto…dopo due giorni di travaglio, un caldo pazzesco, due cristeri( di cui il secondo non ne ho capito la ragione visto che non ti danno da mangiare nè da bere dal giorno prima) l’unico liquido che mi hanno concesso è stato una garzetta umida da passarmi sulle labbra…

  2. Paola scrive:

    Mamma mia Paola…60 ore di travaglio!!!!! Sfido io che dopo sei svenuta!!!!
    Io invece…ho mangiato!!!!
    Due travagli brevi in realtà…il primo ho festeggiato con spaghetti e salsiccia (tradizione delle mie parti per festeggiare il capodanno) la mezzanotte del 31 e alle 3,40 è nato!!! Della seconda, invece, ho fatto induzione alle 10 del mattino, erano già cominciate le prime contrazioni ma a mezzogiorno ho mangiato pastina in brodo, un po’ di pollo … alle 4 è nata la piccoletta!!!
    Bhè in effetti Livia durante quei momenti l’ultima cosa a cui pensi è un piatto di pasta asciutta…ma il fisico ha bisogno di energie …. e se siamo a stomaco vuoto chissà da quanto tempo…dove le prendiamooooo?!??!?!?!

  3. Paola Righetti scrive:

    io ho fatto un allucinante travaglio di circa 60 ore e non ho mangiato e bevuto perchè stavo male, solo acqua…
    non per niente sono svenuta dopo il parto!
    aimè…
    gravide al primo parto: NON E’ SEMPRE COSI’….

  4. Livia scrive:

    D’accordo sul bere, non ho mai dubitato che non lo si potesse fare. Rimango più peplesssa sul mangiare: quante di voi hanno desiderato un bel piatto di pastasciutta nel bel mezzo del travaglio? Sarà perché ho avuto un travaglio molto breve e uno un po’ più lungo, ma decisamente impegnativo, devo dire che l’idea di magiare in entrambi i casi era l’ultima che mi potesse passare per la testa.

Scrivi un commento