Maschio o Femmina? Per conoscere il sesso del bambino, basta un esame del sangue!

ADV

Male female icons

Quando si aspetta un bambino, la curiosità di sapere se maschio o femmina  è un po’ il desiderio di tutte, e a a breve sarà possibile soddisfarlo con un semplice prelievo del sangue già dopo la settima settimana di gravidanza, questo lo dimostra uno studio del National Institutes  of Health.
Il test consiste nelle ricerca nel sangue della mamma della presenza del Dna del feto, e poi si esaminano le eventuali  tracce genetiche del cromosoma maschile Y. Un test che alcuni paesi come Olanda e Gran Bretagna già conoscono ed utilizzano e sul quale è stato effettuato uno studio approfondito per  valutarne  l’efficacia.

I ricercatori americani hanno verificato l’attendibilità del test con i dati ottenuti da ben 50 studi su quasi 7000 donne: un test del sangue effettuato con tecnologie moderne ed precise, un’ esame non invasivo che permette di determinare il sesso nelle prime fasi della gravidanza senza dover ricorrere all’amniocentesi e sapere in anticipo il sesso del nascituro, e seppure l’amniocentesi  consente di indagare patologie fetali, l’ ago inserito della pancia per prelevare liquido amniotico o tessuto coriale, può portare rischi di aborto o infezione.

Scrivi un commento