Da 30 giugno 2011 0 commenti Leggi tutto →

Menopausa: un aiuto dall’omeopatia

ADV

La menopausa è uno degli eventi fisiologici più temuti dalle donna, fonte di una serie di problemi, anche psicologici. Eppure esistono delle linee guida per attenuarli, anche con l’aiuto dell’omeopatia. Dunque di seguito alcuni dei rimedi omeopatici associati ai sintomi più frequenti, per riuscire a sopportare al meglio il naturale cambiamento in corso.

Turbe psichiche

  • Ignatia per umore mutevole tendente all’isterismo in donne ansiose, sensibili, dolci, depresse e facilmente irritabili;
  • Nux vomica per irritabilità, impazienza, ambizione, donna manager;
  • Sulphur per chi soffre di ansia, crisi di pianto e insonnia;
  • Chamomilla contro l’irritabilità e l’ipersensibilità al dolore;
  • Aurum metallicum per chi soffre di grave depressione;
  • Sepia contro irritabilità, depressione, pianto immotivato, voglia di solitudine;
  • Thuya contro depressione e bassa autostima;
  • Cimicigufa/actea racemosa quando predomina uno stato depressivo di rassegnazione e inquietudine interiore accompagnati da forti mal di testa con vertigini.

Vampate di calore:

  • Belladonna: alla testa e pulsazioni al collo;
  • Glonoinum: alla testa e alla regione cardiaca;
  • Lachesis: al volto con sudorazioni. Soprattutto per la donna irritabile, gelosa, logorroica, che non sopporta le cose strette al collo e alla vita, agitata, freddolosa, ma intollerante al caldo, con tendenza a emorragie, flebiti, emorroidi e che soffre di sonno agitato;
  • Phosphorus: al volto ma a partenza dallo stomaco;
  • Sepia: al volto con peggioramento al mattino;
  • Sulphur: al volto e al corpo con peggioramento di notte;
  • Sanguinaria canadensis: in presenza di vampate di calore con arrossamento delle guance e delle orecchie accompagnate da sudorazione, irritabilità e ansietà; mal di testa pulsante generalmente a detra.

Pesantezza alle gambe

  • Vipera per vene varicose dolorose con intopidimento;
  • Arnica: lividi spontanei e post-traumatici alle gambe;
  • Hamamelis: dilatazione venose dolorose;
  • Fluoricum acidum: vene varicose e pesantezza con bruciore.

Patologie osteo-articolari

  • Bryonia: artriti, lombalgie, sciatalgie che migliorano stando fermi;
  • Silicea: in caso di magrezza e demineralizzazione;
  • Natrum sulphuricum: obesità conseguente alla menopausa;
  • Caulophyllum: osteoporosi, dolori migranti ai polsi e alle piccole articolazioni.

Naturalmente e come sempre vi consigliamo, prima di intraprendere qualsiasi eventuale cura, di rivolgersi al proprio medico curante che saprà consigliarvi la cura terapeutica più idone alla vostra condizione!

Immagini:
guadagnorisparmiando.com

Blogmamma.it ha carattere divulgativo. I punti di vista e le informazioni date non intendono in nessun caso sostituirsi al parere del medico, che invitiamo sempre a consultare in caso di dubbio.

Scrivi un commento